BUONISSIMO
Seguici

Quale vino abbinare con la frutta?

Quale vino abbinare con la frutta?

Nell’ampia teoria degli abbinamenti cibo e vino spesso gli esperti e gli appassionati si trovano davanti diversi dubbi sull’abbinamento del vino con la frutta.

Arrivando a fine pasto, la frutta viene spesso solo relegata al compito di concluderlo e generalmente viene portato a termine il calice che abbiamo già iniziato in precedenza.

Tuttavia è possibile valutare qualche abbinamento specifico, senza che la frutta debba accontentarsi di essere casualmente abbinata al pasto precedente.

Abbinamento vino e ortaggi

La frutta, genericamente parlando, fa parte di quella ristretta parte di cibi difficili da abbinare con il vino: acidità elevata, profumi intensi, asprezza notevole, tutti presupposti per mettere in difficoltà anche i più esperto.

È anche vero però che le fragole e champagne, le pere cotte nel porto, le pesche con vino bianco o rosso, la macedonia o dolci di frutta aromatizzati fanno parte delle tradizioni gastronomiche.

Poiché nel vino la presenza di profumi che ricordano la frutta è un fattore predominante per niente indifferente, si può facilitare l’abbinamento provando ad unire un vino che abbia lo stesso sentore del frutto, o viceversa, anche se poi dovremmo fare i conti con acidità e corpo.

Mele, pere, pesche o albicocche, alcuni dei frutti che possono avere una certa durezza, quindi un’esigenza di masticare maggiore, con gusti profumati ed un’acidità elevata, fattori che di certo non invitano a bere un bicchiere, ma se proprio vogliamo, che sia un bianco o rosato, poco acido ma aromatico e morbido, leggermente alcolico.

Le pesche, invece, purché siano a pasta gialla e ben mature, possono essere anche abbinate a un rosso.

Le banane, invece, le si potrebbero essere abbinate ad un buon Chardonnay, possibilmente originario dell’Italia Meridionale, per via di una maggiore morbidezza di sentori.

Una macedonia sarà invece adatta ad un bianco giovane e morbido, a patto che non abbia già aggiunte di liquori o distillati, perché allora il miglior abbinamento sarà con il liquore stesso.

La frutta esotica, come ad esempio l’avocado, il mango o il melone sono abbinabili con alcuni rosati di corpo dai profumi leggeri, o direttamente rossi liquorosi stile Porto.

La frutta essiccata, invece, come albicocche, fichi o datteri, sarà perfetta con i vini Passiti del Centro-sud Italia, che ne ricordano i sapori, riuscendo anche amplificandoli.

Le ricette del giorno