BUONISSIMO
Seguici

I segreti per cucinare sulla pietra lavica naturale

I segreti per cucinare sulla pietra lavica naturale

Cucinare sulla pietra lavica è una pratica alternativa al barbecue. Vi si possono cuocere carne, pesce e verdure. Sapete come si fa?

Vantaggi della pietra lavica

La pietra lavica altro non è che una pietra vulcanica, lavorata in modo che risulti piana per appoggiarci il cibo e spessa il giusto per poter cuocere adeguatamente le pietanze. Rispetto ad altri sistemi di cottura presenta dei vantaggi: non rilascia sostanze tossiche, permette ai cibi di mantenere le proprie caratteristiche nutrizionali e di non entrare in contatto diretto con il fumo, gli aromi naturali dei prodotti vengono esaltati e si possono evitare i condimenti grassi per cuocere. Non solo, la pietra lavica è in grado di rilasciare calore per ancora 20-30 minuti da quando viene tolta dalla fiamma diretta.

Carne alla griglia

Come cucinare sulla pietra lavica

Al primo utilizzo, la pietra lavica va lavata con acqua, asciugata, la superficie va poi oliata. Per farlo potete passare un panno imbevuto in olio sulla superficie. L’olio deve rimanere sulla pietra fino al giorno dopo. Trascorso questo lasso di tempo, rimuovete l’eccesso di unto con della carta assorbente.

Ora è pronta per l’uso. Come prima cosa bisogna accendere il fornello a gas o il fuoco sotto alla pietra lavica, messa a debita distanza dalla fiamma diretta. Una volta calda, si adagiano le pietanze sulla pietra lavica, senza aggiungere condimenti grassi. Una volta cotti da un lato, girateli sul lato opposto e cuocete in modo uniforme.

Se volete cuocere sulla stessa pietra lavica cibi diversi, uno dopo l’altro, strofinare mezzo limone sulla superficie della pietra per togliere l’aroma del pietanza precedentemente cotta. Una volta pronti, insaporite a piacere con sale, pepe, spezie, aromi e volendo un filo d’olio extravergine d’oliva a crudo.

Accortezze e indicazioni

Prestate grande attenzione a non toccare la superficie rovente. Evitate di versare dell’acqua fredda quando la pietra è calda, potrebbe rompersi per lo shock termico. Per pulirla basta usare dell’acqua calda oppure lasciarla raffreddare del tutto e poi strofinarla con succo di limone o aceto. Con una spatola o una spugnetta si tolgono i residui di cibo. Non usate detersivi chimici dal momento che la pietra assorbe. Fate attenzione quando la maneggiate perché potrebbe spaccarsi. Dopo l’uso, copritela con un panno morbido e non lasciatela all’aperto.

Le ricette del giorno