BUONISSIMO
Seguici

Come superare la carenza di vitamina D a tavola

Come superare la carenza di vitamina D a tavola

Nei mesi invernali e passando poco tempo all’aria aperta è possibile che si rischi una carenza di vitamina D. L’alimentazione ci viene in aiuto, ecco cosa mangiare.

La vitamina D svolge un ruolo importantissimo, soprattutto per il sistema immunitario, osseo e muscolare, dal momento che contribuisce alla corretta l’assimilazione di sostanze indispensabili all’organismo come calcio e fosforo. Non a caso è fondamentale per prevenire l’osteoporosi. Non solo, agisce sull’umore ed è preziosa per mantenere efficienti cuore, polmoni e vista, oltre che preservare salute e bellezza della pelle.

L’80% del fabbisogno di vitamina D viene assunto attraverso l’esposizione ai raggi solari, il restante 20% invece è bene ottenerlo consumando i cibi che la contengono, come il pesce (in particolare merluzzi, salmoni, sgombri, pesci spada, tonni, storioni, aringhe, anguille, lucci, carpe, acciughe, cernie, sarde, triglie, trote e olio di fegato di merluzzo). Oltre che nel mondo ittico, si trova  nelle uova (nel tuorlo soprattutto), nelle carni rosse e bianche, nel latte vaccino e derivati, nel fegato, nelle frattaglie e nei grassi animali. Nonostante le principali fonti di questa vitamina siano di origine animale, la si può trovare anche fra i vegetali, in particolare nelle verdure a foglia verde (spinaci, erbette e bietole, per intenderci) e in alcuni funghi (fra cui porcini, spugnoli, ovuli, finferli, chiodini, prataioli e shiitake).

​Vitamina K, ecco in quali alimenti è presente

La quantità di vitamina D consigliata varia da persona  a persona in base all’età, al livello di salute, allo stile di vita, all’alimentazione, alle abitudini. Indicativamente un adulto sano ha bisogno giornalmente di 1000 UI (Unità Internazionali), un anziano di 2000 UI mentre un bambino di circa 600 UI. Se si verifica una carenza di questa vitamina nonostante ci si esponga per 15-20 minuti ogni giorno alla luce del sole e si mangi in modo adeguato, è consigliabile sentire il parere di un esperto per valutare una possibile assunzione di integratori di vitamina D.

Le ricette del giorno