BUONISSIMO
Seguici

Come fare il gelato in casa senza gelatiera

Se amiamo il gelato sappiamo che quello artigianale è sicuramente più gustoso rispetto a quello industriale. E farlo in casa è un piacere ulteriore, considerando che possiamo prepararlo esattamente come lo vogliamo noi.

Come fare il gelato in casa senza gelatiera

Ma se non possediamo una gelatiera possiamo lo stesso pensare di riuscire a prepararlo?

Partiamo dalla considerazione che il latte è l’ingrediente predominante del nostro gelato con almeno il 60%, a volte più, della sua presenza nel totale.
Per un gelato dovremo amalgamarlo con panna e zucchero in modo che si permetta di creare un composto finale cremoso.
E’ quindi possibile preparare un gelato casalingo senza la gelatiera ma in questo caso dobbiamo almeno possedere un frullatore piuttosto potente con degli accessori robusti, visto che dovranno essere in grado di spaccare i cristalli formati dal gelato posto a raffreddamento. 

Bene, se siamo in grado di procedere possiamo verificare la nostra ricetta preferita e iniziare.
In pratica dovremo unicamente fare attenzione al passaggio in cui viene chiesto di versare il tutto nella gelatiera che noi dovremo sostanzialmente variare in ‘versate il tutto in una ciotola’. Noi aggiungiamo di prenderla in metallo e anche capiente.
La ciotola di composto dovrà quindi essere posta nel congelatore ricordandosi che ogni mezzora circa dovrà essere estratta e dovremo frullare il contenuto rompendo i cristalli di ghiaccio che ogni volta andranno a formarsi. L’operazione dovrà essere ripetuta più volte arrivando almeno a considerare 6 ore il tempo minimo necessario.

Latte, caratteristiche e ricette

Tuttavia possiamo agevolarci anche senza la gelatiera semplicemente utilizzando del latte condensato che non consente la cristallizzazione e quindi potrete evitare l’operazione di rottura dei cristalli ogni 30 minuti. In questo caso basterà infatti lasciarlo raffreddare in freezer e una volta rimosso dal congelatore lavorarlo rapidamente con un cucchiaio di acciaio e potrà essere servito.

Altrettanto valida è la possibilità di unire dell’alcool (basta qualche goccia) per impedire allo stesso modo il processo di cristallizzazione.
La parte difficile di questa operazione è quella di dosare correttamente proprio l’alcool: poche gocce non serviranno a raggiungere lo scopo mentre troppe altererebbero il sapore.

Ecco perchè se amate il gelato fatto a casa il suggerimento è sicuramente quello di prevedere l’acquisto di una buona gelatiera.
Il risultato sarà ottimale ed il costo velocemente recuperato.

 

Le ricette del giorno