BUONISSIMO
Seguici

Come legare l'arrosto

Legare bene l'arrosto è una nozione di cucina molto importante. Scopriamo come farlo in modo corretto.

Come legare l'arrosto

Se siete fra coloro che specialmente la domenica amate preparare in casa un arrosto saprete sicuramente che legandolo ricaverete una forma tondeggiante ed eviterete che si spappoli.
Oltre ad l’aspetto estetico risulterà sicuramente più gradevole anche al gusto.
Per riuscire a legare con successo un arrosto vi serviranno semplicemente tecnica e spago da cucina.
La tecnica di legatura è valida per arrosti ripieni o arrosti arrotolati ma anche per preparare una lonza e anche un filetto donandogli anche a loro la forma tondeggiante.

Serviranno:

Prima di tutto l’indispensabile, ovvero l’arrosto nel taglio da voi preferito tra manzo, maiale, agnello o vitello. Un peso corretto parte almeno da 1 kg.
Procuratevi poi un tagliere di legno, un paio di forbici ed infine almeno 2,5 metri di spago da cucina.

La carne bovina

Ed ecco come procedere:

Porre la carne sul tagliere.
Prendere lo spago, posizionarlo all’estremità della carne, stringere e realizzare, senza tagliarlo, un doppio nodo
Fare ora un doppio giro attorno alla mano, passarlo sull’arrosto e stringere
Ripete l’operazione fino a che non avrete raggiunto la forma desiderata
Girate quindi l’arrosto, passare lo spago sul lato inferiore e una volta in centro avvolgetelo.
Chiudete con un doppio nodo e rimuovete l’eccesso.

Fatto, il successo lo avrete probabilmente dopo qualche tentativo ma intanto sarete riusciti a legare in maniera idonea il vostro arrosto.

 

Le ricette del giorno