BUONISSIMO
Seguici

​Le trattorie di Bologna dove mangiare bene spendendo poco

Bologna è ricca di trattorie, osterie e ristoranti dove il cibo è preparato e servito con riverenza. Scopriamo quali sono.

​Le trattorie di Bologna dove mangiare bene spendendo poco

Difficile mangiare bene a Bologna? 
Proprio no, Bologna è ricca di trattorie, osterie e ristoranti dove il cibo è preparato e servito con riverenza, con una qualità impareggiabile come i bolognesi, da sempre, sanno fare.
Meno semplice, invece, mangiare bene spendendo poco, visto che il capoluogo dell’Emilia Romagna ha da tempo perso la caratteristica di città economica, pur non raggiungendo i costi di Milano o di Roma.

Tra i tanti locali dove è ancora possibile mangiare bene sentendosi bene anche nel portafoglio ne abbiamo scelti 5, senza alcun ordine di preferenza o costi.
Una piccola rassegna utile sia per i bolognesi che vogliono provare qualche nuova trattoria ma sopratutto per coloro in visita nella città dei tortellini e delle tagliatelle al ragù.

TRATTORIA DA VITO Via Musolesi 9
Trattoria storica nata nel 1948, un luogo quasi impossibile per i visitatori di Bologna non visitare.
Siamo all’angolo di Via Paolo Fabbri ed è facile immediatamente pensare a Guccini, che qui proprio ha trascorso un ventennio, quello degli anni settanta e ottanta.
Ed in quel periodo era proprio Vito Pagani a fare compagnia, oltre che a Guccini, anche ai tanti ospiti che in questo locale hanno cenato ma anche discusso, ragionato, lavorato. Parliamo di gente come Lucio Dalla, Mingardi, Ron ma anche di Fabrizio De Andrè che proprio in una serata come tante con qualche bicchiere di troppo in circolo si schiantò con la sua 2CV a pochi metri.
Vito Pagani oggi purtroppo ci ha lasciati e anche quella Bologna così particolare.
Ma la Trattoria da Vito è ancora lì, nelle sapienti mani del figlio, che prosegue una tradizione decennale con l’atmosfera tipica della vecchia Bologna.

Emilia Romagna

ANTICA TRATTORIA DELLA GIGINA Via Emilia Levante 6
Siamo nel 1956 e la fondatrice Aldina Fava, chiamata Gigina, stendeva sfoglie di pasta fresca e preparava i suoi primi ragù in questo locale storico della città. Oggi la ‘Gigina’ purtroppo non esiste più ma i loro frequentatori che in questa trattoria si è soliti mangiare come a casa con la sola differenza che si mangia meglio!
Non siamo vicini al centro storico, siamo invece nella zona Corticella, direzione Castelmaggiore, dove in questa area industrializzata troviamo questa trattoria che non ricorda la classica e tipica trattoria storica. Il suo arredamento è infatti sfarzoso e luccicante con tanti specchi e luminosi lampadari.
Bologna qua non viene ricordata dalle strade dei dintorni ma dai tanti cartelli in dialetto bolognese che da subito mettono a loro agio l’ospite.
Tanti primi piatti e altrettanti secondi tipici e anche meno, tutti assolutamente gustosi ed in grado di farci ricordare cosa è la gastronomia bolognese.
Oltre al prezzo e alla qualità occhio anche alla quantità: le porzioni sono abbondanti, ricordatevelo prima di ordinare.

OSTERIA DEL NONNO Via Casaglia 62
Se pensate di passare di qua per caso e di accomodarvi in uno dei tavoli della Osteria del Nonno forse fareste meglio a ripensarci.
Molto probabilmente troverete tanti altri che hanno avuto il vostro stesso pensiero ma che hanno solo avuto l’accortezza di prenotare, garantendosi il posto.
Se siete in estate probabilmente avrete più fortuna avendo anche a disposizione un giardino estivo dove accomodarvi su una delle sedie di plastica che sono di fronte ad altrettanti tavolini, sempre di rigorosa plastica.
Siamo nel 1901 quando la famiglia Natali decide di aprire poco fuori Bologna sui colli di via Casaglia un locale che da subito divenne meta di avventori in grado di apprezzare la genuinità.
Ancora oggi quando si va alla Osteria del Nonno si è certi di trovare tutto come una volta, un ambiente rustico, una cucina genuina e tradizionale e sempre accolti dalla famiglia Natali che oramai da oltre un secolo presenta le sue tigelle, le crescenti ed i suoi gustosissimi dolci.
Il tutto senza un menù scritto ma solo raccontato e ascoltato dando magari uno sguardo alla vista mozzafiato dei colli bolognesi che esplodono di colori.
Una meta certa e senza dubbio un locale da visitare se passate da Bologna e dintorni.

OSTERIA DELL’ORSA  Via Mentana 1/F
Siamo a due passi dal centro storico proprio nel retrovia dell’ex Ghetto Ebraico, un corridoio che collega il Ghetto con Via delle Belle Arti ed una bella libreria da visitare.
Qui il menù è scritto su una lavagna che ricorda proprio gli anni della nostra scuola e, particolare importante, non vengono accettate prenotazioni.
Preparatevi quindi a lunghe attese lasciando il proprio nome ai camerieri ed attendendo, in un clima giovane e giovale, il proprio turno.
Dentro aspettatevi proprio quello che vi aspettereste in una trattoria storica, quindi tavolate di legno con panche in grado di ospitare 6 persone alla volta.
Se siete in meno non stupitevi di condividere il vostro tavolo con altri ospiti e altrettanto non meravigliatevi di condividere, oltre che il posto, anche qualche chiacchierata ma anche di sedervi a fianco a qualcuno che ha portato a spasso il proprio cane, visto che nell’Osteria dell’Orsa siamo in un locale pet friendly.
I prezzi sono davvero modici e il gusto non vi lascerà perplessi. 
Diciamo forse solo che non siamo in un locale tranquillo dove fare due chiacchiere: siamo nella zona più turistica di Bologna e probabilmente, se avete già visitato altre trattorie, ve ne accorgerete.

CIRCOLO MAZZINI  Via Emilia Levante 6
Il Circolo Mazzini è una tipica trattoria emiliana ma non solo. Altro infatti è presente in questo locale il cui concept store, che loro stessi definiscono ‘Mio Circolo’ comprende un bar con Wifi gratuito ma anche un angolo dove acquistare idee regalo ed oggettistica insolita e non facilmente provabile altrove.
Logico quindi farci un salto anche solo per gustare un caffè o un bicchiere di vino e per sedersi per passare una serata con amici e i giochi da tavola.
Siamo in un ambiente informale e familiare, ideale per coloro che vogliono trascorrere una serata rilassante e senza troppi fronzoli se non quelli degli incredibili sapori che arrivano dalle tagliatelle ma sopratutto dalle crescentine, gli gnocchi fritti con tanto formaggio e salumi.
Ideale quindi per un gruppo di amici e se invece siete in visita a Bologna per trovare il classico menù con un vestito diverso dalle solite trattorie.

 

Le ricette del giorno