BUONISSIMO
Seguici

La ricciola

La ricciola, il più pregiato tra i pesci azzurri, è ricco di sapore ed è un pesce molto pregiato versatile e moderatamente calorico. Conosciamo meglio la ricciola e le sue proprietà.

La ricciola VISUALIZZA TUTTE LE RICETTE 4

La ricciola, è tra il pesce azzurro quello più pregiato, un pesce ad alto contenuto nutrizionale e dalle carni ottime di colore compatto e il cui sapore ricorda quello del tonno.
E’ un pesce cosiddetto migratore, pelagico, e può raggiungere i 100 kg di peso e superare i 2 metri di lunghezza.
E’ anche un pesce predatore con un regime alimentare ricco di pesci e molluschi.
Esteriormente e morfologicamente ricorda la struttura del tonno e il suo colore varia in base all’età; generalmente la ricciola adula ha un dorso di colore bruno o grigiato tendente, nei fianchi, all’argento.

E’ un pesce elegante e nonostante abbia delle carni pregiate e di gran gusto pari al tonno ma anche all’orata, è poco usato nella gastronomia italiana.
Le sue carni sono ricche di Omega 3 e al contrario di pesce spada o tonno il sapore è lontano da quello classico del pesce azzurro
La ricciola è presente nei mari poco freddi e oltre a colonizzarsi nel Mediterraneo è presente anche negli oceani; è gregaria e quindi si sposta in branco ma con il raggiungersi dell’età avanzata può isolarsi dal gruppo e abituarsi a vivere in solitaria. 
Importante sapere che la ricciola non può essere allevata e questo sta facendo accrescere il fenomeno della pesca intensiva svolta in maniera professionale, quindi senza particolare attenzione alle taglie. Questo porta anche ad una riduzione della disponibilità nel mercato del pesce fresco.

E’ un pesce versatile, idoneo a diversi usi in cucina. Le sue carni magre e saporite consentono di prepararlo in carpaccio e tartare, è molto usato per sushi e sashimi essendo in grado di essere consumato e valorizzato da crudo.
Con la ricciola possiamo creare anche dei sublimi sughi come quello di accompagnamento ai paccheri o pasta in genere.

Paccheri ricciola e crema di zucchine

E’ un pesce stagionale presente da settembre a marzo anche se il periodo migliore è tra ottobre e gennaio e può trovarsi commercializzata a filetti o tranci e sia fresca che congelata ma anche essiccata o affumicata.
Attenzione però al congelamento: la ricciola soffre moltissimo il congelamento e potrete facilmente notare come il colore delle carni subisca variazioni e anche il sapore subisce un profondo mutamento.
Meglio optare per un esemplare fresco, riconoscibile dalla lucentezza della livrea.

Come per tutti i pesci azzurri basterà la pressione di un dito sulla carne per stabilire la freschezza: se il dito lascerà un impronta ben visibile avremo la certezza che il pesce non è fresco. Qualora ci trovassimo di fronte ad una carne elastica avremo di fronte un esemplare fresco e quindi ideale per l’acquisto.
Utile anche la prova olfattiva. La ricciola non deve avere odori di ammoniaca ma invece un odore delicato e gradevole.

La ricciola è un pesce delicato il cui consumo deve avvenire quanto prima possibile rispetto all’acquisto.
Ha un notevole apporto nutrizionale, sono infatti presente proteine e acidi grassi del gruppo Omega 3.
E’ ricca inoltre di sali minerali e di vitamine A e B e contiene molto fosforo, ideale per stimolare il lavoro cerebrale.
Non contiene infine glutine ed ha un moderato apporto calorico, 170 ogni 100 grammi di prodotto.
 

Le ricette del giorno