BUONISSIMO
Seguici

Oca arrosto - seconda versione

L'oca arrosto (versione alternativa) si prepara pulendo l'oca e poi bucherellando la pelle per farla asciugare, poi si cuocerà eliminando tutto in grasso e infine si farcirà con l'apposito composto preparato a parte completando la cottura e servendola con la salsa e il porto.

Oca arrosto - seconda versione VAI ALLA RICETTA PER IMMAGINI
  • DIFFICOLTÀ: BASSA
  • VINO: -
  • DOSI: 6
  • CUCINA REGIONALE: -
  • TEMPO: -
  • COSTO: -

Oppure ti potrebbero interessare

Ingredienti

  • Oca giovane 1 da 4,5 kg
  • Sale 2 cucchiai
  • Limoni 2
  • Timo 1 mazzetto
  • Fichi 6
  • Aglio a spicchi 6
  • Brodo di pollo 1/2 di l
  • Maizena (facoltativo) 1 cucchiaio
Per il ripieno
  • Burro 50 g
  • Olio di oliva extravergine 1 cucchiaino
  • Pastinache pelate e tritate 350 g
  • Zenzero 4 cm
  • Aglio a spicchi 2
  • Albicocche secche 50 g
  • Castagne 450 g
  • Noci 50 g

Preparazione

  1. Oca arrosto – seconda versione Pulite ed asciugate l'oca, eliminate le interiora e pulitela velocemente, poi rimuovete la coda ed ogni eccesso di grasso. Se comprate l'oca in un sacchetto di plastica, tiratela fuori e lasciatela scoperta nel frigo per tutta la notte perchè la pelle si asciughi. Bucherellate la pelle con una forchetta, così il grasso colerà durante la cottura.
  2. Oca arrosto – seconda versione Preriscaldate il forno a 220°C. Strofinate la pelle con il sale marino e una spruzzata di pepe. Sistemate i limoni all'interno dell'oca insieme alle erbe, ai fichi e all'aglio. Legate strettamente le cosce con uno spago e piegate le ali dietro il dorso. Sistemate l'oca su una griglia poggiata su una teglia con il petto rivolto verso l'alto e infornate.
  3. Oca arrosto – seconda versione Cuocete per 10 minuti, poi abbassate la fiamma a 180°C. Calcolate 15 minuti di cottura per ogni 450 grammi. Bagnate l'oca con 2-3 cucchiai di acqua bollente dopo i primi 20 minuti. Colerà così un po' di grasso e la pelle diventerà bella croccante. Tirate fuori l'oca dal forno ogni 20 minuti e togliete il grasso dalla teglia (potete aspirare il grasso anche con l'apposita pompetta). 
  4. Oca arrosto – seconda versione Dopo un'ora girate l'oca dall'altra parte. Rimuovete il grasso dalla teglia (potete conservarlo per arrostire le patate). Dopo circa 1 ora e mezza girate l'oca dall'altra parte. Bagnate con altra acqua (circa 3 cucchiai) e continuate a rimuovere il grasso. Girate l'oca sul dorso gli ultimi 30 minuti.
  5. Oca arrosto – seconda versione Per controllare se l'oca è ben cotta, allontanate una delle cosce, se si sposta facilmente e il liquido che fuoriesce è giallo chiaro, l'oca è pronta. Lasciatela riposare per circa 30 minuti, coperta appena con un foglio d'alluminio e un canovaccio. Per fare il ripieno, sciogliete il burro e l'olio e cuocete lentamente le pastinache per circa 10 minuti, rimescolando spesso. Aggiungete lo zenzero e l'aglio, insaporite e rimescolate brevemente..
  6. Oca arrosto – seconda versione  Scolate i porcini, tenendo da parte il liquido, e tritateli. Aggiungete le albicocche e i porcini alle pastinache, rimescolate per qualche minuto, poi aggiungete il liquido dei porcini. Sobbollite sino a quando tutto il liquido è evaporato e le pastinache sono morbide. Aggiungete le castagne e le noci e insaporite
  7. Oca arrosto – seconda versione Poco prima di servire, togliete l'oca dalla teglia e sistemate la teglia sopra un fuoco medio. Aggiungete il brodo e la maizena se vi piace una salsa più densa. Unite il porto e rimescolate bene. Servite la salsa con l'oca e il ripieno.
VAI ALLA RICETTA PER IMMAGINI

Le ricette del giorno