BUONISSIMO
Seguici

Fritto di paranza

Il fritto di paranza viene realizzato lavando accuratamente tutti i pesciolini e friggendoli in abbondante olio. Scopri come realizzare facilmente questa frittura seguendo i passaggi.

Fritto di paranza VAI ALLA RICETTA PER IMMAGINI
  • DIFFICOLTÀ: BASSA
  • VINO: NERO D'AVOLA
  • DOSI: 6
  • CUCINA REGIONALE: LAZIO
  • TEMPO: 10 min di preparazione15 min di cottura
  • COSTO: BASSO

Oppure ti potrebbero interessare

Ingredienti

  • Pesciolini vari ( vedi note ) 1,5 kg
  • Farina 300 g
  • Olio di oliva extravergine 0,5 l
  • Sale q.b.

Preparazione

  1. Fritto di paranza Lavate con cura tutti i tipi di pesce in acqua leggermente salata, quindi asciugateli con della carta assorbente.
  2. Fritto di paranza Infarinate pochi pesci alla volta, senza eccedere nella farina.
  3. Fritto di paranza Mettete sul fuoco una capace padella e versatevi l'olio. Quando sarà abbastanza caldo, iniziate a cuocere i pesci, tuffandone pochi alla volta.
  4. Fritto di paranza Scolateli man mano che cuociono e posateli su un foglio di carta assorbente, in modo da far scolare l'olio in eccesso.
  5. Ricoprite nel frattempo un piatto di portata preriscaldato e ponetevi la frittura mista. Mettete il sale solo al momento di portare in tavola.

Consigli

È di solito fatta con merluzzetti, triglie, sogliolette, ma possono esservi anche altre varietà di pesce di piccolo taglio, come alici, mazzoni, retunni o vope e qualche mollusco, come i calamari. Prima di iniziare a friggere, per verificare che l'olio abbia raggiunto la temperatura, provate ad immergervi un pezzetto di pane secco: se risale subito in superifice, è pronto per la cottura.

VAI ALLA RICETTA PER IMMAGINI

Le ricette del giorno