BUONISSIMO
Seguici

Olio di palma

L'olio di palma, prodotto alimentare gradualmente messo al bando da numerose aziende per alcune sue proprietà definite non salutari. Approfondiamo.



 

  • L'olio di palma

    L'olio di palma

    Olio di palma, sono tanti i giudizi negativi su questo alimento, provoca il diabete, fa malissimo alle nostre arterie, e probabilmente è anche cancerogeno, e dopo diverse inchieste molte aziende hanno cominciato ad eliminarlo dalla propria produzione.

     

  • Come si ottiene

    Come si ottiene

    L'olio di palma viene ottenuto dalla spremitura delle drupe prodotte da una particolare varietà di palma, e la quantità ottenuta per ettaro di superficie coltivata è molto superiore, fino a 5 volte, dell'olio ottenuto dalla spremitura delle arachidi e addirittura 7 volte quello prodotto dai semi di girasole. L'evidente vantaggio offerto dalla maggiore quantità di prodotto ottenuto ha portato ad un aumento sconsiderato delle aree dedicate a questa coltivazione, con conseguente deforestazione di intere regioni, nelle zone tropicali, con gravissimo danno per la flora e la fauna proprie del territorio.

  • L'analisi chimica

    L'analisi chimica

    Da un'analisi chimica dell'olio di palma emerge che questo alimento fornisce 884 calorie ogni 100 grammi di prodotto, un valore davvero elevato, e che a fronte di zero colesterolo e sodio gli stessi 100 grammi forniscono anche 59 grammi di grassi saturi, 9 grammi di grassi polinsaturi e 37 grammi di grassi monoinsaturi. Pur essendo un olio di origine vegetale le caratteristiche di quest'olio lo assimilano al burro, con la possibilità quindi di sostituirlo, ad un costo molto inferiore, nelle preparazioni industriali.

  • L'uso industriale

    L'uso industriale

    I motivi per i quali viene utilizzato quest'olio sono molteplici: trattandosi di prodotti industriali il primo di questi motivi è il costo, decisamente inferiore ai prodotti concorrenti, inoltre questo olio è completamente inodore ed insapore, qualità che non alterano le caratteristiche organolettiche dei prodotti nei quali viene utilizzato, infine la conservabilità dell'olio di palma assicura una migliore resa nel tempo dei prodotti che lo utilizzano, oltre ad una maggiore compattezza a temperatura ambiente.

  • Le caratteristiche

    Le caratteristiche

    Tra le caratteristiche dell'olio di palma c'è quella di presentarsi in forma solida, simile alla sugna o allo strutto, a temperature inferiori ai 30 °C, inoltre il suo elevato punto di fumo lo rende adatto alle fritture, alle quali, considerati i trattamenti di deodorazione, decolorazione e neutralizzazione ai quali viene sottoposto prima di arrivare alla distribuzione, non trasmette alcun sapore, colore od odore particolari. Purtroppo questi trattamenti azzerano completamente l'efficacia della grande quantità di carotenoidi contenuti all'origine da quest'olio.

Le ricette del giorno