BUONISSIMO
Seguici

Cherimoya, il frutto esotico

La cherimoya, un frutto esotico dalle proprietà davvero particolari. Proviamo a conoscere meglio il frutto tropicale cherimoya.

 

  • Aspetto

    Aspetto

    La cherimoya è un frutto dalla buccia verde molto spessa e squamosa, un frutto decisamente non invitante rispetto ad altra frutta esotica invece estremamente colorata.

    INIZIA LA LETTURA >>>>

  • L'assaggio

    L'assaggio

    L'assaggio però è tutt'altra cosa. Il gusto è una sfiziosa miscela tra banana, ananas, papaia e altri ancora.
    Un frutto davvero dolce che quasi ricorda un budino di frutta.

  • Le origini

    Le origini

    E' originario delle valli andine di Ecuador, Colombia e Bolivia, il cherimoya è facilmente reperibile nei mercati locali, dove assume una molteplicità di nomi: graviola, tubiks, cachimans la Chine, chirimottinons.

  • Come gustarlo

    Come gustarlo

    Il cherimoya va gustato, dopo essere stato tagliato a metà, con un cucchiaio, dal momento che la sua polpa è morbida, con un colore non particolarmente invitante, che tende al grigio, e contiene grossi semi neri che non vanno mangiati in quanto leggermente tossici.

  • Le proprietà

    Le proprietà

    Un vero supercibo, ricco di antiossidanti, di vitamina C, di proteine e fibre alimentari, il cherimoya può competere alla pari con molti frutti celebri per le proprie qualità benefiche, e senza temere affatto il confronto.

Le ricette del giorno