BUONISSIMO
Seguici

Calcoli renali? Cosa non mangiare

I calcoli renali, con conseguenti coliche, costituiscono uno dei disturbi più dolorosi nei quali si possa incorrere, tra le cause della formazione di calcoli è ovviamente coinvolta anche l'alimentazione, scopriamo quali sono gli alimenti da evitare per prevenire la formazione di questo disturbo.

  • Calcoli renali

    Calcoli renali

    Chi ha sofferto personalmente di calcoli renali conosce i dolori che ha dovuto sopportare con la impossibilità di svolgere le normali attività a causa di questo disturbo davvero fastidioso, provocato dalla formazione di cristalli nelle vie urinarie, calcoli che talvolta possono essere di dimensioni tali da provocare intenso dolore nell'espulsione.

  • Un numero in crescita

    Un numero in crescita

    La brutta notizia è che la percentuale di chi soffre di calcoli è salita di 5 punti percentuali in soli 20 anni dal 1970 al 1990, attualmente tale percentuale risulta ancora più elevata e le cause del dilagare di questa malattia sono del tutto sconosciute, anche se statisticamente le persone di razza caucasica risultano più colpite rispetto a quelle di razza africana, in particolare dopo i 40 e fino a circa 70 anni di età.

  • L'acqua, berne davvero tanta

    L'acqua, berne davvero tanta

    Anche se l'ultima parola spetta sempre al medico specialista, esistono delle regole di base da seguire che possono rallentare o addirittura evitare la formazione di calcoli, causa frequentemente di dolorose coliche, e certamente la prima e più importante è quella di bere molta acqua, in particolare chi è soggetto alla formazione di calcoli dovrebbe bere tanta acqua da produrre almeno 2 litri di urina al giorno.

  • Analisi delle urine

    Analisi delle urine

    Le analisi cliniche possono indiduare in anticipo il possibile rischio di formazione di calcoli, in particolare una delle analisi più rivelatrici è la misurazione dell'ossalato nelle urine, responsabile della formazione di molti tipi di calcoli, e se tale valore dovesse essere elevato, oltre ad aumentare la quantità di acqua bevuta quotidianamente conviene evitare gli alimenti con il maggior contenuto di questa sostanza.

  • Gli alimenti da evitare

    Gli alimenti da evitare

    La classifica degli alimenti che contengono la maggior quantità di ossalato e sono a rischio formazione di calcoli vede in testa il rabarbaro, seguito dagli spinaci, dalla barbabietola, dalle bietole e dal germe di grano.

Le ricette del giorno