BUONISSIMO
Seguici

Differenza tra congelare e surgelare

Differenza tra congelare e surgelare, due sistemi che ci hanno permesso di conservare i cibi a lungo. Scopriamo la differenza.

 

  • I surgelati

    I surgelati

    La necessità di tenere rifornite le scorte di casa orienta la nostra scelta su cibi a lunga durata, preferendo spesso prodotti surgelati, che assicurano una freschezza quasi pari al fresco.  Capita che però, nelle abitazioni, non sia presente un sistema in grado di surgelare, ma solo di congelare gli alimenti.
    La differenza c'è, ed è importante.

  • Il significato

    Il significato

    Surgelare significa sottoporre gli alimenti ad un procedimento tipicamente industriale, attraverso il quale, con appositi macchinari, alimenti "freschi" vengono velocemente portati a basse temperature, inferiori ai -18°.  In questo modo non ci saranno perdite di liquidi e sostanze nutritive, né modifiche importanti sul sapore dell'alimento. Ma sapete riconoscere un buon surgelato?

  • La tossicità

    La tossicità

    Sia il surgelamento e il congelamento limitano lo sviluppo di rischi di tossicità, ma affinché questa condizione sia garantita, il prodotto non deve mai salire al di sopra della temperatura di sicurezza, attraverso il rispetto della "catena del freddo". In riferimento al prodotto surgelato, si deve impedire che il prodotto superi la temperatura di -18° in tutte le fasi, dalla surgelazione, al trasporto, alla conservazione. Ecco perché è importante che il congelatore di casa riesca a mantenere temperature minori o uguali a -18°

  • La brina

    La brina

    Ecco come riconoscere gli indizi di una corretta catena del freddo,  prima di portare un surgelato a casa propria:
    La presenza di brina attorno alla confezione può indicare che il prodotto è passato attraverso fasi di conservazione a temperature non abbastanza basse, che hanno permesso al vapore acqueo nell'aria di creare cristalli abbastanza grandi all'esterno della confezione.

  • Blocchi di pezzi

    Blocchi di pezzi

    La presenza, all'interno del prodotto a pezzi, di blocchi compatti, può indicare che c'è stato lo scioglimento e poi il ri-congelamento del prodotto, fenomeno che ha permesso la creazione degli agglomerati di pezzi.
    Liquidi di scongelamento - soprattutto nella carne, la presenza nella confezione di liquidi, anche congelati, all'interno della confezione, possono indicare uno scongelamento in una delle fasi di lavorazione o trasporto.

Le ricette del giorno