BUONISSIMO
Seguici

Alzheimer: contrastiamolo così

L'Alzheimer è una malattia terribile che colpisce milioni di persone nel mondo, numeri destinati a raddoppiare entro un paio di decenni, ma è possibile rallentare e contrastarne l'insorgere seguendo alcune regole.

  • 44 milioni, questo è il numero di persone nel mondo che soffrono di varie forme di Alzheimer, un numero destinato a salire piuttosto rapidamente entro i prossimi decenni ed un morbo che provoca demenza rendendo impossibile la vita a chi ne soffre ma anche a tutta la famiglia che lo circonda.

  • I test per la diagnosi precoce del morbo di Alzheimer sono oggi numerosi ed abbastanza affidabili, a partire dai test olfattivi fino ad arrivare all'esame del liquido spinale, ma in questo articolo ci soffermeremo ad analizzare possibili metodi per contrastare e rallentare l'insorgere della malattia, dal momento che tra le cause, oltre ovviamente al fattore genetico, ci sono anche fattori ambientali legati allo stile di vita, fattori che sono causa di almeno il 30% dei casi.

  • Questi fattori possono essere raggruppati in 7 gruppi: diabete, ipertensione, obesità, sedentarietà, depressione, fumo, scarsa attività intellettuale, ed è evidente che la maggior parte di questi gruppi può essere ricondotta al nostro personale stile di vita.

  • Un team di esperti, sulla scorta di analisi compiute su milioni di ammalati, ha elaborato una serie di linee guida che dovrebbero contrastare efficacemente, riducendolo di parecchi punti percentuali, il rischio Alzheimer, ma sono regole universali che si dimostrano ottime anche per tutta una serie di problemi nei quali potremmo incorrere seguendo cattive abitudini e un regime alimentare scorretto.

  • Dalle analisi effettuate sui pazienti malati di Alzheimer è risultato nel 60% dei casi un elevato valore di rame nel sangue, valore che può essere però abbattuto seguendo appunto queste regole, che spaziano dalla scelta degli alimenti fino a quella delle pentole e perfino del lievito.

Le ricette del giorno