Questo sito contribuisce alla audience di

Fiera nazionale delle sagre a Civita Castellana

Informazioni

  • Data di apertura 07.10.2016
  • Data di chiusura 09.10.2016
  • Località Civita Castellana
  • Regione Lazio
  • Provincia Viterbo
  • Contatti Info: Tel 340 8505381 - Mail: info@fuoriporta.org - www.fuoriporta.org - https://www.facebook.com/fuoriportaweb/

Un grande tour enogastronomico che va dal Lazio alla Puglia, dalla Campania all’Umbria, fino alla Sicilia: saranno tre giorni di puro delirio culinario quelli in programma dal 7 al 9 ottobre a Civita Castellana, splendido centro della Tuscia viterbese che aprirà le sue porte per la 6° edizione della “Fiera Nazionale delle Sagre e dell’Agricoltura” e per la “2° Degustazione della Pasta Italiana”. Dagli antipasti fino ai dolci, più di 40 sagre provenienti da ogni angolo dello Stivale sono pronte a deliziare i visitatori con le loro portate, tutte realizzate rigorosamente a mano secondo antiche ricette dei luoghi di provenienza. Dalla mattina alla sera, indossata “l’armatura di ordinanza” – un sacchetto di cotone, un bicchiere e un piatto di ceramica, perché Civita Castellana è nota in tutto il mondo anche per i suoi maestri del coccio – i visitatori potranno partire alla volta di un indimenticabile viaggio nel gusto a partire dalle specialità locali: i “frittelloni”, delle sfogliatine    sottilissime condite con pecorino e pepe, e le zuppe della Signora Ida; e se Narni proporrà il formaggio di pecora e Rignano Flaminio il latte di asina in crema, Ariccia replicherà con la sua eccezionale porchetta. Anche quest’anno saranno presenti la Sardegna con il torrone, Marta e la Tenuta Ronci con il vino, Santa Susanna con le lumache, Nepi con il famosissimo pecorino romano e Selci in Sabina con il pane casereccio; grande spazio sarà dato anche ai prodotti del Consorzio del Coniglio Leprino e degli orti biologici della Coldiretti, alla ricotta dell’Azienda Agricola Chiodetti, alle patate di Capati, ai dolci dei Cimini e all’innovativo gelato di Corsetti. Spazio anche alla solidarietà con“un’amatriciana per Amatrice”: chi ordinerà una porzione di questo prelibato piatto contribuirà alla ricostruzione della cittadina duramente colpita dal terremoto. Sarà impossibile resistere a un simile richiamo di sapori, colori e profumi, con gli stand gastronomici che saranno aperti ogni giorno dalle 10 alle 21.30. E anche sul fronte dell’intrattenimento ci sarà da divertirsi con il raduno di moto, il Torneo di Burraco, spettacoli di arte varia, espositori artigiani e commercianti per tutte le principali vie del centro storico. Per tre giorni, insomma, Civita Castellana tornerà ad essere “capitale”, anche se solo del gusto e del divertimento: pochi infatti sanno che questo è un paese dalle radici antichissime che risalgono addirittura alla civiltà falisca, di cui è stato per tanti anni il centro nevralgico. Un passato glorioso che è possibile scoprire visitando il Museo nazionale dell’Agro Falisco, ospitato all’interno del Forte Sangallo che costituisce una delle più elevate realizzazioni dell’architettura militare dello Stato Pontificio nel XVI secolo; oltre al Museo della Ceramica, è di grande interesse anche una Mostra della Ceramica artistica locale allestita direttamente in Piazza Matteotti, mentre gli amanti della natura non potranno che restare a bocca aperta davanti alle caratteristiche forre alte oltre 50 metri che circondano Civita Castellana, visitabili dal ponte che congiunge al centro storico della cittadina.

Tutte le prossime sagre (16) Tutte le sagre in archivio (2782)

Trova la sagra più vicina a te

Scegli una o più regioni, poi seleziona il periodo desiderato.

1) Clicca sulla regione

Per segnalare un evento nel tuo territorio:

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno