Questo sito contribuisce alla audience di

Coltiviamo ebbrezza creativa a Wine&Thecity® a Napoli

Informazioni

  • Data di apertura 06.05.2016
  • Data di chiusura 25.05.2016
  • Località Napoli
  • Regione Campania
  • Provincia Napoli
  • Contatti Tutto il programma è on line sul sitowww.wineandthecity.it

torna Wine&Thecity® a Napoli dal 6 al 25 maggio 2016

COLTIVIAMO EBBREZZA CREATIVA, è questo il claim della nona edizione di Wine&Thecity®, la rassegna che dal 6 al 25 maggio invade la città di Napoli in un crossover di appuntamenti che combinano cultura del vino e creatività diffusa. Venti giorni, quasi cento location coinvolte e più di 100 vini da degustare provenienti da tutta Italia.

Nata nel 2008 da un’idea di Donatella Bernabò Silorata, Wine&Thecity è una festa mobile che si reinventa ogni anno nei luoghi e nei contenuti. È performance e installazione sul tessuto urbano. È un invito a vivere la città in modo diverso, dinamico e trasversale.

Il cartellone 2016 si apre ufficialmente il 6 maggio con il cooking Dj set di Don Pasta nel cortile dell’hotel Palazzo Caracciolo e si chiude il 25 maggio con un finale speciale a Nisida sede dell’Istituto Penale per i Minorenni.

Ogni anno la rassegna svela luoghi della città non facilmente accessibili e siti generalmente non aperti al grande pubblico, gioca sull’effetto sorpresa e sulla contaminazione di generi espressivi. Poesia, arte, musica, alta cucina e street food, danza e performance teatrali sono gli ingredienti di questa nona edizione: il buon vino italiano è il motore di tutto, il filo che lega in una trama gioiosa tutti gli appuntamenti della rassegna che tocca musei e palazzi storici, boutique e giardini, case private, gallerie d’arte e design, alberghi e ristoranti, gli spazi di transito dell’Aeroporto Internazionale di Napoli e della Metropolitana dell’Arte, le barche a vela nel golfo con le degustazioni in alto mare di Toomultisailing e lo slow-­‐sailing lungo la costa di Velaviaconme.

Per la prima volta Wine&Thecity entra nei luoghi del Polo Museale della Campania: nel Museo di San Martino, a Villa Pignatelli e nel Parco della Tomba di Virgilio. Ma non solo. Per la prima volta partecipano il Museo del Tesoro di San Gennaro, il Teatro Bellini e il nuovo Hart Cinema Food Music. L’ebbrezza della manifestazione contagia le Gallerie d’Italia di Palazzo Zevallos con lo spettacolo di teatro itinerante “5 bicchieri di vino”, la Fondazione Pietà dei Turchini che porta le musiche della Festa di Bacco di Leonardo Vinci 1722 a Villa Pignatelli e il Goethe Institut che propone una passeggiata narrata sui luoghi di Goethe in occasione del bicentenario della pubblicazione di Viaggio in Italia.

Come da tradizione il vino sarà anche nelle migliori boutique e gallerie di Chiaia per i tradizionali happy wine itineranti: l’11 maggio in via Carducci, il 13 in via Filangieri e piazzetta Rodinò, il 17 in via Carlo Poerio, via Fiorelli e alla Riviera di Chiaia, il 18 in via Piedigrotta, il 19 maggio in via Bisignano, via Calabritto e piazza Vittoria e al Corso Vittorio Emanuele. Non mancano azioni e performance on the road: il 10 in piazzetta Ascensione con il team creativo di Marché Mariage, il 13 sulle Scale Francesco D’Andrea in via Filangieri con Danza Nuda Anima. La rassegna incrocia inoltre gli happening di NAPOLIMODADESIGN dall’11 al 23 maggio.

Sono più di 70 le aziende vinicole che partecipano a Wine&Thecity: arrivano a Napoli dalla Franciacorta, dalla Toscana, dall’Alto Adige, dal Veneto, dall’Abruzzo, dalla Liguria, dalla Puglia e naturalmente da tutta la Campania.

Vernissage, street food e installazioni a tema coinvolgono anche gli alberghi: il Renaissance Naples Hotel Mediterraneo porta a Napoli per la prima volta le barrique dipinte dagli spagnoli Enrique Martin e Raul San Cristobal, l’Hotel Piazza Bellini trasforma il proprio cortile settecentesco in una festa di piazza, tra artisti e cibo di strada, e il Grand Hotel Parker’s insieme al collettivo 137A del Corso Vittorio Emanuele capovolge i punti di vista con una serata SottoSopra.
 



Chef e pizzaioli di fama partecipano alla rassegna spesso con performance culinarie nomadi e non convenzionali: al cinema, nei negozi, nei musei, per strada, sulla spiaggia di Posillipo, a Nisida. Sono Francesco Sposito Due Stelle Michelin di Taverna Estia; Ciro Salvo di 50 Kalò; Marianna Vitale Una Stella Michelin di Sud Ristorante in duetto con Egidio Cerrone; Enzo Coccia; Paolo Gramaglia Una Stella Michelin de Il President di Pompei; Pietro Parisi di Era Ora di Palma Campania con Giuliano Pilieci; Gino Sorbillo; Ciro Oliva di Concettina ai Tre Santi; Marcello Santini del Crudo bar di Bacoli; Lino Scarallo Una Stella Michelin di Palazzo Petrucci con Ciro Salatiello e il suo Kepurp. Ed ancora Vincenzo Russo di Baccalaria; Gianluca D’Agostino del Veritas e Alberto Faccani Una Stella Michelin del Ristorante Magnolia di Cesenatico.
Infine due appuntamenti a sorpresa: con il collettivo Datè che coinvolge il bus del Citysightseeing in un insolito percorso cittadino con tanto di kit di sopravvivenza per sosta e degustazione, e lo Champagne mob dell’Associazione Italiana Sommelier di Napoli, un fuori programma per appassionati di champagne, data e luogo restano segreti fino a poche ore prima dell’appuntamento.

Wine&Thecity è un marchio registrato ed è una rassegna indipendente che si sostiene con il supporto di aziende private e singoli mecenati. Si ringraziano per questa edizione: Ferrarelle Spa, Kimbo, Motorvillage Napoli, Pastificio dei Campi, Solania, Aeroporto Internazionale di Napoli, Camomilla, Grimaldi Group, Molino Caputo. Con il patrocinio e la collaborazione di ANM, Federalberghi, Movimento Turismo del Vino, AIS Associazione Italiana Sommelier Napoli, Teatro Bellini. Social & Media partner: NapolidaVivere, Napoliphotoproject, NEApolisparITA, Yelp.

IL PROGRAMMA dal 6 al 25 maggio 2016

GLI EVENTI SPECIALI PRODOTTI DA WINE&THECITY

6 maggio

InaugurAzioneWine&Thecity 2016
Don Pasta e il suo Cooking Dj set, Hotel Palazzo Caracciolo
Performance, cucina, vinili e i vini di Ocone.

7 maggio

Wine&Thecity al Museo di San Martino: gli acquerelli di Giacinto Gigante sulla Penisola Sorrentina e la Costa d’Amalfi. Percorso di degustazione con i vini di Cantina Iovine.

8 maggio

Il Mosto | D.N.A. Danza Nuda Anima di Claudia Sales, Giardini di Villa Pignatelli
Acini di donne in fermentazione risvegliano l’ebbrezza dionisiaca.
Con i vini di Villa Matilde.

10 maggio

Limone in Re minore al Sottopalco Teatro Bellini. Progetto site-­‐specific di Stefano Gargiulo, compositore e musicista, e Joe Mellone artigiano gelatiere. Con i vini di Vigna delle Ginestre.

12 maggio

Impepata Meccanica. Con Marianna Vitale ed Egidio Cerrone, Hart Cinema Food Music.
Un cinema, un film, un esperimento, 100 protagonisti per il primo percorso sensoriale indotto. Un laboratorio del gusto collettivo che sulla spinta pop-­‐emozionale diventa viaggio personale, movimento interno e libertà di fame. Con i vini di Masseria Frattasi e la birra Natavot di Kbirr.

13 maggio

Vinificazione, alchimia di-­‐vino.|D.N.A. Danza Nuda Anima di Claudia Sales Performance di danza contemporanea sulle Scale Francesco D’Andrea, via Filangieri

14 maggio

Strato di ebbrezza al Parco della Tomba di Virgilio.
Reading di rime e poemetti: quattro voci, quattro sagome in balia dell’istante espressivo. Testi originali e da Nietzsche, Van Gogh, Carver, Sanguineti, Kavafis, Di Giacomo, Cavallo, Bravuomo. Nella colonna sonora, un crossover sonico su musiche di Robert Waytt, dj Shadow, Tom Waits, Coltrane/Ellington, Sud Sound System, Gino Paoli, Chet Baker & Paul Desmond, sonorizzate da Stefano Leone.
Degustazione di vini a cura del Consorzio Tutela Vini Campi Flegrei, Ischia e Capri

18 maggio

Cinque bicchieri di vino.
La Compagnia Teatro dell’Osso alle Gallerie d’Italia -­‐Palazzo Zevallos Stigliano. Teatro e degustazioni itineranti: con i vini dell’azienda Di Meo di Salza Irpina.

20 maggio

De-­‐cantando Wine&Thecity, il City Choir di Carlo Morelli e la Sunshine band.
Museo di Villa Pignatelli. Con la partecipazione del Movimento Turismo del Vino della Campania.
 
21 maggio

Gino Sorbillo al Museo del Tesoro di San Gennaro
Visita guidata, pizza d’autore e i vini di Mastroberardino

24 maggio

Site specific performance di Chiara Mu a cura di Adriana Rispoli
Stazione Metropolitana dell’Arte di Piazza Municipio

25 maggio, il Gran finale a Nisida

Isola di Nisida con Francesco Sposito Due Stelle Michelin di Taverna Estia e Ciro Salvo di 50 Kalò e la partecipazione dei ragazzi ospiti dell’Istituto Penale per i Minorenni. In degustazione i Franciacorta di Corteaura.

* grazie all’iniziativa della Wine&Thecity card e al sostegno di sponsor e mecenati privati

IN MEZZO AL MARE

6, 7 e 8 maggio

Era de Maggio, ToomultiSailing. Tre giorni in barca a vela tra isole e cantine

14 e 15 maggio; 20, 21 e 22 maggio

Sogni, vini e naviganti, Velaviaconme. Slow sailing e degustazioni lungo la costa partenopea

20, 21 e 22 maggio

EBBREZZA DI MARE. Degustazioni in alto mare con Toomultisailing

IN CUCINA

9 maggio

Sparkling pizza, Enzo Coccia per Wine&Thecity.
Pizza e bollicine nella nuova pizzeria ‘O sfizio d’ ‘a notizia.

10 maggio

La Stella Michelin Alberto Faccani da Gourmeet

La Stella Michelin Paolo Gramaglia da Officine di mare
La casa di Ninetta, Opera napoletana
Baccalaria, Vino e baccalà

11 maggio

Crudo food design: lo chef Marcello Santini a Spazio Materiae

17 maggio

Pietro Parisi e Giuliano Pilieci nello show room Alfa Marmi

18 maggio

Kepurp e Franciacorta a Palazzo Petrucci sulla spiaggia di Posillipo
 

ON THE ROAD: dall’Aeroporto internazionale al Vesuvio passando per boutique, grandi alberghi.

9 maggio

Wine&Thecity all’Aeroporto Internazionale di Napoli: installazioni d’arte e design in collaborazione con ADI Campania. Con i vini dei Feudi di San Gregorio.

10 maggio

Performance di Marchè Mariage in Piazzetta Ascensione: street art e degustazione

11 maggio

Happy wine in via Carducci: aperitivi nelle boutique di via Carducci.

11 maggio

Book mob di Libri in Circolo con CioccolatoForesta: a piazza San Pasquale dalle 19.30

12 maggio

Molto più che Barricas. Renaissance Naples Hotel Mediterraneo.
Per la prima volta a Napoli le botti dipinte di Enrique Martin e Raúl San Cristóbal

13 maggio

Happy wine in via Filangieri& dintorni: musica, aperitivi e happening nelle boutique

13 maggio

Festa di Piazza. Street food e street art all’Hotel Piazza Bellini.

13 maggio

Wunderkammer -­‐ wine
Teatro nomade in spazi non convenzionali a cura di Wunderkammer.

15 maggio

Wine&Thecity al Rione Sanità: a wine for San Gennaro.
Ipogei millenari, pizza e vino. Con la partecipazione di Ciro Oliva di Concettina ai Tre Santi.

14 maggio

In viaggio con Datè e il Citysightseeing.

14 maggio

Cavalli, cavalieri e vino. Wine&Thecity alla Scuola Napoletana di Equitazione

17 maggio

Happy wine alla Riviera di Chiaia, via Poerio e via Fiorelli: aperitivi nelle boutique.

17 maggio

Design, vino e live cooking nello show room Alfa Marmi per la presentazione della Collezione 10. Dieci designer. Dieci lavabi. Una materia: il marmo. Con la partecipazione di Pietro Parisi chef e il Trento Doc di Cantina Mori Colli Zugna.
 
18 maggio

Happy wine in via Piedigrotta: vino e Swing negli showroom Consonni, Arrichiello, Interior light.

19 maggio

Happy wine in via Bisignano e dintorni
Happy wine in via Calabritto e piazza Vittoria

19 maggio

Wine&Thecity e Corso verso: happening e vino al Corso Vittorio Emanuele. Grand hotel Parker’s, 137A, Veritas, Chiesa del Ss Redentore.

20 maggio

Happy wine allo Studio Arpaia Piscitelli Architetti: fotografia e vini

21 maggio

Goethe Institut, passeggiata e lettura all'aperto sulle orme di Goethe

21 maggio

La Festa di Bacco di Leonardo Vinci. Napoli 1722. Concerto della Fondazione Pietà dei Turchini a Villa Pignatelli. Degustazione a cura del Consorzio Tutela Vini d’Irpinia.

22 maggio

Jeep wine tour, in tour alla scoperta delle vigne del Vesuvio con sosta e degustazione presso l’azienda vinicola Casa Setaro.

24 maggio

Il Petraio, le scale delle meraviglie a cura di Nudi & Sfusi
Fuori programma / Wine&Thecity Off
Champagne Mob
a cura di Associazione Italiana Sommelier Delegazione di Napoli Luogo, data e orari sono segreti.
“Ubriacatevi, ubriacatevi sempre! Di vino, di poesia o di virtù, come vi pare"
Baudelaire
Wine&Thecity apre con Dj Don Pasta: per la prima volta a Napoli il cooking dj set del Bob Dylan della cucina Napoli, Hotel Palazzo Caracciolo Venerdì 6 maggio 2016

NAPOLI -­‐ Wine&Thecity n° 9 si apre ufficialmente il 6 maggio con Dj Don Pasta, il Bob Dylan della cucina, noto per i suoi cooking dj set in cui mixa musica, dialoghi sulla cucina e performance ai fornelli. Per la prima volta a Napoli, si esibirà al centro del monumentale cortile dell’hotel Palazzo Caracciolo, tra vinili e padelle, mixer e farina, dispensando sonorità speziate dal mondo e pillole di saggezza cultural gastronomica. Artista eclettico, mette insieme cucina musica poesia e filosofia. Il New York Times lo ha definito "uno dei più inventivi attivisti del cibo": sul palco usa dischi in vinile e pentole, coltelli e Technics 1200, mentre taglia le cipolle racconta le ricette, enuncia gli ingredienti, sempre freschi e di stagione. La sua performance coinvolge e appassiona; ritmi e musiche spaziano dal funk al reggae, dal Sud America alla Londra meticcia. Non è un caso che Wine&Thecity abbia scelto proprio lui per inaugurare il cartellone degli appuntamenti 2016: la serata del 6 maggio sarà all’insegnadi quella contaminazione di generi e suggestioni che da anni nutre la più vivace rassegna partenopea.

Lo chef resident di Palazzo Caracciolo, Daniele Riccardi, cucineràquattro formati di pasta del Pastificio dei Campi, main sponsor di Wine&Thecity. Il pomodoro è solo San Marzano Dop di Solania. In degustazione i vini della storica azienda vinicolaOcone, espressione della migliore enologia del Sannio beneventano dal 1910. Acqua ufficiale della serata è Ferrarelle che sarà presente con la sua Ape car rossa effervescente. Per l’occasione Kimbo proporrà il caffè napoletano fatto con la tradizionale cuccuma in rame, raccontando miscele ed aromi del celebre caffè napoletano. Cigar corner a cura del Club Amici del Toscano in abbinamento al Nocillo‘E Curti e alle grappe della Distilleria Marzadro.

DON PASTA.

Salentino di origine, “esule” in Francia per scelta, Don Pasta è all’anagrafe Daniele De Michele: dj, economista, appassionato di gastronomia e scrittore. Di lui hanno scritto: “Filosofo della buona tavola, cultore della dieta mediterranea, poeta della democrazia, performer dell'anticonformismo, ma anche rumorista sonoro, attore, divulgatore, ricercatore e stimolatore della biodiversità culturale”. Per la prima volta porta a Napoli il suo cooking Dj set.

Venerdì 6 maggio, ore 20

Hotel Palazzo Caracciolo
Napoli Via Carbonara, 112.

Ingresso 25,00 euro

Certosa e Museo di San Martino

Sabato 7 maggio, ore 11.30

Inaugurazione della mostra Gigante e i figli del re

Sabato 7 maggio 2016, alle ore 11.30, Mariella Utili, direttore del Polo museale della Campania e Rita Pastorelli, direttore del Museo di San Martino, presentano la mostra Gigante e i figli del re, a cura di Luisa Martorelli, in collaborazione con l’Associazione Culturale Wine&Thecity.

La mostra è realizzata in occasione della nuova acquisizione di un acquerello di Giacinto Gigante Veduta della costiera amalfitana, donato al Museo da Philip Athill collezionista londinese, l’opera fa parte di un album costituito da 57 acquerelli appartenuto a Maria Pia di Borbone.

L’iniziativa intende raccontare il procedimento adottato dal maestro nell’insegnamento della pittura di paesaggio.

L’acquerello Veduta della costiera amalfitana è firmato col monogramma di Maria Annunziata di Borbone (MAB) e datato 1853; l’album di cui fa parte è un’interessante testimonianza della prassi adottata dal maestro nel far esercitare alla pittura di paesaggio i suoi allievi, i giovani figli di Ferdinando II di Borbone, mettendo in luce il metodo di far ritoccare solo alcune parti dell’acquerello preparato interamente per mano di Gigante.

Sulla base dei monogrammi apposti sui fogli ad acquerello, risultano partecipare alle lezioni di Gigante:
Francesco d’Assisi (futuro re Francesco II), il principe Luigi Maria di Borbone conte di Trani, il principe Alfonso Maria di Borbone, la principessa Maria Annunziata, il principe Gaetano Maria Federico di Borbone, tutti bambini o poco più che adolescenti, tra i dieci e i quindici anni di età.

L’acquerello di recente acquisizione sarà esposto con altri esemplari eseguiti da Francesco d’Assisi, Alfonso Maria e Luigi Maria di Borbone, conservati nell’archivio disegni del Museo di San Martino e del Museo di Capodimonte. La rassegna sarà corredata dai luoghi di residenza, dove il maestro era solito svolgere le sue lezioni, mentre al centro dell’esposizione campeggia Il Ritratto di Gigante, di Domenico Morelli.

In occasione dell’inaugurazione, l’Associazione Wine&Thecity propone un percorso di degustazione in omaggio alla Costiera Amalfitana con i vini della cantina Iovine, la più antica famiglia di vignaioli in Penisola Sorrentina e l’olio extravergine d’oliva di Agrinetworld.

La mostra è realizzata anche grazie al sostegno di Giuseppe Balsamo, private banker di Banca Fideuram.

Info: Museo di San Martino| Largo San Martino 5 Orario: 8.30-­‐19.30; mercoledì chiuso Ingresso: € 6,00 (mostra e museo) - Info: Tel. 081.2294502;
e-­‐mail accoglienza.sanmartino@beniculturali.it; pm-­‐cam.sanmartino@beniculturali.it

La danza di Claudia Sales a Wine&Thecity

Due performance di D.N.A. Danza Nuda Anima al Museo Pignatelli e sulle Scale Francesco D’Andrea in via Filangieri

NAPOLI – Per la prima volta Wine&Thecity dà spazio alla danza come espressione artistica e lo fa scegliendo la compagnia D.N.A. Danza Nuda Anima di Claudia Sales danzatrice, coreografa e direttrice artistica del centro internazionale LabArt Dance Center. Due date, l’8 e il 13 maggio, per due spettacoli tratti dall’opera integrale Le Baccanti, nuova produzione della compagnia che viene presentata proprio in occasione di Wine&Thecity.

Domenica 8 maggio, nei giardini storici di Villa Pignatelli riemerge il mito delle Baccanti. “Le vinacce | il richiamo di Dioniso” sono acini di donne in fermentazione all’ingresso della villa; come richiamo, attireranno il pubblico verso i giardini e il colonnato neoclassico. Qui corpi di donna prenderanno vita risvegliando l'ebbrezza dionisiaca e orgiastica del piacere: è Il Mosto, amalgama di anime e corpi avvolti in un’aurea dionisiaca, tra roghi di donne che si abbandonano alle fiamme del giudizio. Ad accogliere i partecipanti il caffè di benvenuto Kimbo ed i biscotti della pasticceria Mennella e per i più piccoli in omaggio disegni e colori. L’appuntamento si conclude con l’aperitivo finale e la degustazione delFalerno del Massico Doc dell’azienda vinicola Villa Matilde.

Venerdì 13 maggio sulle Scale Francesco D’Andrea in via Filangieri, prende vita “Vinificazione – Alchimia di vino”: un’installazione umana di corpi in movimentoche rievocano forme, colori ed umori del vino. Con una inaspettata discesa dai gradini della storica scalinata i ballerini della Compagnia D.N.A Danza Nuda Anima accoglieranno e sorprenderanno il pubblico rievocando il mito delle Baccanti e l’ebbrezza dionisiaca. Tra corpi che danzano, suoni di percussioni e il colore rosso. “Come l’uva si trasforma in vino, le streghe dionisiache si trasformano in archetipi della potenza femminile, come un fiume ancestrale che scorre e travolge, come il vino che richiama ed inebria. Il fluire delle danzatrici seguaci di Bacco, rapirà il pomeriggio partenopeo. I passanti saranno trasportati nel loro sentire, in un’estasi onirica dalla quale svegliarsi, catapultati in una visione profonda della realtà, scossa dalla rinascita di emozioni autentiche. Personaggi protagonisti: la vita, la magia, il ritmo, la donna … tutti coinvolti nella vivida trasmutazione.”

La ricerca coreografica di Claudia Sales vuole rivendicare la figura della donna selvaggia da sempre schiacciata dalla dominazione del maschile sul femminile. La creazione coreografica "il Mosto", estratto dall'opera integrale "Le Baccanti", vuole restituire alla donna al dignità del suo antico potere di interagire con le forze occulte di Madre Natura, liberandola da antiche catene millenarie di privazione e limitazione, sgorgando come magma trasformatore. La Danza ha spogliato l’anima dalla prigione di un copione imposto ed essa, senza più maschere, appare nuda. Sulle orme della Post Modern Dance Americana, la Compagnia Danza Nuda Anima forgia un nuovo ed insolito linguaggio, fondendo e contaminando la Danza Contemporanea, il Jazz ed il Teatro Danza Tedesco.

“LIMONE IN RE MINORE” AL SOTTOPALCO TEATRO BELLINI PER WINE&THECITY:

IL PROGETTO SITE-­‐SPECIFIC DEL COMPOSITORE STEFANO GARGIULO E JOE MELLONE

Martedì 10 maggio

Martedì 10 maggio, dalle ore 18.30, il Sottopalco del Teatro Bellini di Napoli ospita un evento unico nel suo genere pensato per la IX Edizione di Wine&Thecity e riservato ai possessori della Wine&Thecity CARD: “Limone in Re minore” un progetto site-­‐specific di Stefano Gargiulo, compositore e musicista e di Joe Mellone artigiano gelatiere napoletano con la passione per la chimica. L’originale performance, nata dal mix di musica&food, associa alle sinusoidi musicali le tonalità di sapore fedelmente riportate dallo spartito al piatto per generare l’unicum tra odore, vista, udito e gusto. “La sovrapposizione di suoni produce armonia, stimola i nostri sensi generando piacere, il nostro corpo ne subisce le vibrazioni, divenendo incondizionatamente esperienza multisensoriale. Così la musica diviene sapore, si tinge di tonalità acide e amare, ritorna nuovamente armonia da gustare ed ascoltare”. In degustazione i Vini di Vigna delle Ginestre.

Stefano Gargiulo, napoletano, classe ’81, compone musica per cortometraggi e videogiochi. Nel 2014 è stato premiato con il prestigioso Los Angeles Music Awards 2014 per il «Best Instrumental Album of the Year» per il lavoro"Netherworld” e di recente con il premio “HumanitArs”. Lilith song è il suo brano più amato e ormai conosciuto in tutto il mondo.

Teatro Bellini, Via Conte di Ruvo, 14  | Tel. 081 5491266 | teatrobellini.it

Accesso riservato ai possessori della Wine&Thecity card. Sarà possibile sottoscrivere la card anche sul posto.

GRAN FINALE WINE&THECITY A NISIDA

Lo chef due Stelle Michelin Francesco Sposito e il maestro pizzaiolo Ciro Salvo di 50 Kalò in cucina con i ragazzi dell’Istituto Penale per i Minorenni

Mercoledì 25 maggio ore 19

NAPOLI – Mercoledì 25 maggio il Gran Finale 2016 di Wine&Thecity approda per la prima volta a Nisida, l’isolotto sede dell’Istituto Penale per Minorenni e del Centro Europeo di Studi sulla Devianza e sulla Criminalità Minorile, per una serata all’insegna della solidarietà e della gastronomia d’eccellenza. È in questo luogo bellissimo e per lo più inaccessibile che lo chef due Stelle Michelin Francesco Sposito del ristorante Taverna Estia di Brusciano e il maestro pizzaiolo Ciro Salvo della pizzeria 50 Kalò, insieme ai ragazzi ospiti dell’Istituto, prepareranno il menù della serata accompagnato da una selezione dei Franciacorta di Corteaura. Sulla terrazza che guarda il golfo flegreo, con le isole di Procida e Ischia all’orizzonte, ci si potrà intrattenere degustando i piatti di due grandi rappresentanti della cucina partenopea. Un laboratorio del gusto dove la cucina creativa e di territorio di Francesco Sposito incontrerà l’arte bianca della pizza di Ciro Salvo. Il dessert è preparato dal laboratorio di pasticceria di Nisida. La serata, realizzata in collaborazione con il Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità, vuole far conoscere la realtà Nisida e i laboratori finalizzati alla formazione professionale dei ragazzi ospiti dell’Istituto. Il ricavato sarà destinato alle attività della “Cucineria di Nisida -­‐ Associazione Monelli tra i fornelli”.

In anteprima esclusiva la nuova Alfa Romeo Giulia.

Il 6 maggio all’Hotel Palazzo Caracciolo alle ore 20 l’appuntamento sarà con una dimostrazione e degustazione del caffè della cuccuma, l’antica caffettiera napoletana che Kimbo ha rivisitato e ripropone al pubblico nazionale e internazionale in chiave attuale;

L’8 maggio nei giardini di Villa Pignatelli dalle ore 11 alle 13 in occasione della prima nazionale dello spettacolo di danza di Danza Nuda Anima, al centro dell’attenzione saranno i bambini. Mentre ai genitori verrà offerto il caffè ai più piccoli verrà distribuito un album da disegno che racconta a fumetti la divertente storia del brand Kimbo;

-    il 12 maggio Kimbo sarà nuovamente partner dell’alta cucina nella serata spettacolo dello chef Marianna Vitale e di Egidio Cerrone presso il nuovo spazio multifunzionale HART cinema-food-music di via Crispi;

-    infine il 25 maggio Kimbo sarà il caffè della serata conclusiva della manifestazione alla cena di gala nel carcere di Nisida ad opera degli chef Francesco Sposito Due Stelle Michelin e Ciro Salvo Pizzaiolo di 50 Kalò.

“Siamo parte della manifestazione perché il caffè e il vino hanno tante aree in comune - sostiene Alessandra Rubino amministratore delegato dell’azienda – “entrambi sono frutto del lavoro appassionato di tante persone, hanno una lunga storia e una tradizione affascinante, sono tra gli elementi portanti del made in Italy nel mondo, sono origine e testimonianza di tanta sperimentazione e innovazione nel gusto e nel costume degli italiani, ma soprattutto sono simbolo di convivialità e socializzazione. La partecipazione di Kimbo a questo momento di grande vitalità nella nostra città è stata una scelta naturale”

Kimbo è da 50 anni uno dei protagonisti del mercato nazionale del caffè dimensionalmente e culturalmente, quale simbolo del caffè italiano e dell’espresso napoletano. Selezione delle materie prime, controllo produttivo e tracciabilità su tutta la filiera assicurano l’eccellenza dei prodotti mentre le più selettive certificazioni internazionali testimoniano il rispetto delle risorse e dell’ambiente. Con un fatturato complessivo di 170 milioni di euro, grazie al lavoro di 150 dipendenti Kimbo è presente in Italia in tutti i canali distributivi e all’estero, con il marchio “Kimbo Espresso Italiano”. Diffondere il caffè italiano nel mondo e valorizzare la specificità dell’espresso napoletano sono tra gli elementi fondamentali nella mission dell’azienda che opera, nel rispetto delle persone e dell’ambiente, per rendere disponibile sui mercati nazionali ed esteri un prodotto genuino, di qualità, autenticamente made in Italy.

La rassegna sulla cultura del bere bene e della creatività urbana è in programma a Napoli dal 6 al 25 Maggio ed è giunta alla sua nona edizione.

Passione per il design, cultura dell’eccellenza e del gusto sono gli elementi che legano Pastificio dei Campi con Wine&Thecity.

Pastificio dei Campi è la pasta di Gragnano I.G.P. 100% italiana, interamente tracciabile – dal campo di grano agli scaffali –, amata dai grandi chef e da chi sa apprezzare le tecniche di produzione artigianali tramandate da secoli, la selezione delle materie prime e la ricerca applicata. Ecco dove si potrà degustare la pasta di Pastificio dei Campi nei giorni di Wine&Thecity:



•    VENERDI 6 MAGGIO:
Hotel Palazzo Caracciolo -­‐ Opening Wine&Thecity Con Dj Donpasta

•    MARTEDI 10 MAGGIO:
Officine di Mare -­‐ Cena con Paolo Gramaglia

•    GIOVEDI 12 MAGGIO:
Impepata Meccanica -­‐ Marianna Vitale ed Egidio Cerrone ad Hart Cinema Food Music

Wine&Thecity®
I NUMERI DELLA IX EDIZIONE

20 giorni
100 appuntamenti diversi
95 location
4 quartieri della città
6 musei/siti monumentali
70 aziende vinicole, 2 consorzi e il Movimento Turismo del Vino della Campania, 1 birra.
9 produzioni artistiche inedite

Tutte le prossime sagre (16) Tutte le sagre in archivio (2782)

Trova la sagra più vicina a te

Scegli una o più regioni, poi seleziona il periodo desiderato.

1) Clicca sulla regione

Per segnalare un evento nel tuo territorio:

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno