Zucca per diabetici

La zucca, ortaggio dal sapore e dal colore inconfondibile, è ricco di proprietà benefiche. Scopriamo come può aiutare i diabetici nella dieta quotidiana.

Zucca per diabetici

La zucca è un ortaggio messicano che hanno una suddivisione in botanica di 4 specie differenti.

E’ un ortaggio povero di zuccheri e ricco di proprietà benefiche ed in grado di bilanciare il sovrappeso. Ha anche una grande presenza di vitamine e minerali ed è nota per essere un potente antipertensivo e di combattere il diabete.
In questo articolo analizzeremo proprio le proprietà antidiabetiche partendo dallo studio che ha una premessa la cui origine è fra le popolazioni degli indiani di America.

Queste popolazione infatti hanno una caratteristica comune, ovvero quella di avere alti livelli di diabete tipo 2 e di ipertensione, fattori che sono scaturiti dall’obesità.
Uno studio di ricercatori del Massachusetts e pubblicato sul Journal of Medicinal Food ha infatti accumunato questi problemi al cambiamento di dieta avvenuto in queste popolazioni.
I nativi americani, infatti, erano soliti consumare piatti a basso contenuto di zucchero, passando poi invece ad una dieta decisamente più calorica con bevande gassate, cereali raffinati, grassi saturi e cosi via.

Lo studio aveva come base la possibilità, in caso di ritorno ad una dieta più equilibrata a base di mais fagioli e, appunto zucca, vi fossero le prerogative per combattere queste malattie, rovesciando quindi la tendenza generata da una dieta meno equilibrata.
La risposta ha fornito dati importanti e confermato la possibilità di una regressione. Tornando infatti a mangiare questi tre alimenti ed in particolare modo la zucca, grazie alla sua proprietà di riparare le cellule pancreatiche danneggiate dal diabete e alla sua caratteristica
di regolare i livelli glicemia del sangue, i livelli scendono raggiungendo un livello normale.

Ma non solo l’Università del  Massachusetts ha avuto modo di dimostrare l’importanza della zucca nel diabete ed in generale nel controllo del peso.
Altro studio, questa volta realizzato su animali, ha portato alla conclusione che l’estratto di zucca potrebbe addirittura diventare un sostituto dell’insulina, liberando i diabetici dall’iniezione quotidiana.

I cinesi della East China Normal University con base a Shangai hanno ulteriormente condotto uno studio proprio sugli animali.
I ricercatori hanno infatti preso degli estratti di zucca e li hanno somministrato ad alcuni ratti diabetici.
Il risultato ha portato ulteriore ottimismo: dopo un mese la produzione di insulina è aumentata del 36% ed il livello di glucosio sono arrivati quasi a livelli di ratti senza diabete.

Naturalmente le scoperte, pur se incoraggianti, devono essere ulteriormente dimostrate.
Quello che però possiamo serenamente affermare è che una buona zucca cucinata in uno dei tanti modi è sicuramente di aiuto ai diabetici e ai sovrappeso.
Ben venga quindi un sano consumo di questa cucurbitacea.

 

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno