I vini DOC del salernitano in Campania

I vini DOC del salernitano sono frutto di raffinate tecniche di coltivazione e di vinificazione, in particolare nella zona di Amalfi dove sono prodotti vini DOC con una viticoltura che possiamo definire “eroica”.

I vini DOC del salernitano in Campania

La città di Salerno si trova  sull'omonimo golfo del mar Tirreno, tra la costiera Amalfitana, la piana del fiume Sele e la zona del Cilento.
Il territorio, dal punto di vista orografico, è molto differenziato, si passa dal livello del mare fino a raggiungere i quasi mille metri del monte Stella.

Salerno è attraversata dal fiume Irno, che probabilmente ha contribuito alla definizione del nome della città.


Vitigni e vini

Tecniche raffinate di coltivazione, di vinificazione e consumo sono il fiore all’occhiello delle tre DOC salernitane. Con i vitigni Trebbiano toscano, Malvasia bianca, Barbera, Sangiovese, Moscato bianco e Aglianicone viene prodotta la DOC Castel San Lorenzo (con le varianti, bianco, rosso, rosato, barbera, qui introdotto da molti decenni, moscato, spumante, passito, aglianico, infine del tutto originale è il Lambiccato, vino dolce ottenuto da cloni locali di uve moscato).

Con  i vitigni Fiano, Aglianico, Piedirosso, Primitivo, Sangiovese, Trebbiano toscano, Greco e Malvasia bianca la DOC Cilento (con le varianti bianco, rosso, rosato, aglianico e fiano), la DOC Costa di Amalfi è caratterizzata da ambienti naturali di eccezionale bellezza e da arditi terrazzamenti, spesso a picco sul mare; se ne producono tre tipi: il Furore, il Ravello e il Tramonti, utilizzando i vitigni Falanghina, Biancolella, Piedirosso, Sciascinoso, Aglianico e Pepella (con le varianti bianco, bianco passito, spumante, rosso, rosso passito e rosato).

ACCEDI AI VINI DOC DELLA CAMPANIA

 

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno