Questo sito contribuisce alla audience di

I vini DOC del Lago di Garda in Lombardia

Il vino DOC prodotto nel territorio del lago di Garda è contraddistinto dalla costanza della produzione, elemento che ha consentito un progressivo miglioramento delle qualità delle tipologie, tra le quali spiccano il Bardolino, il Chiaretto ed il Lugana DOC.

I vini DOC del Lago di Garda in Lombardia

Il lago di Garda, conosciuto anche come Benaco, è il maggiore lago italiano, con una superficie di circa 370 km², è distribuito fra tre regioni, Lombardia, Veneto e Trentino-Alto Adige.
A nord si presenta stretto a imbuto mentre a sud si allarga, attorniato da colline moreniche che rendono il paesaggio più delicato.

Il territorio fa parte di quella vasta zona climatica comprendente tutta la Pianura Padana e le prime valli alpine con un clima temperato-continentale, con condizioni notevolmente mitigate dalla massa d'acqua, in inverno infatti le temperature sono meno rigide rispetto alle zone circostanti, con precipitazioni ridotte, infine le nebbie si presentano in rare occasioni.


Vitigni e vini

I vini prodotti sono il Garda DOC suddiviso in tre principali tipologie: il Bianco, il Rosso ed il Chiaretto o Rosé, che è il vino tipico del Lago di Garda, il Groppello e le altre DOC Lugana, San Martino della Battaglia e Valtenesi ultima arrivata nel 2011.

Il vino più famoso è senza dubbio il Lugana prodotto con uva denominata Trebbiano di Lugana e la sua struttura permette anche un certo invecchiamento ma Il vero classico del lago è il Chiaretto o Rosé: si produce sulla sponda bresciana, con uve Groppello, Sangiovese, Barbera e Marzemino. In passato veniva offerto ai sacerdoti per la celebrazione della messa.

Invece il Bardolino classico è un vino rosso prodotto anche in versione novello. L’uvaggio è costituito da vitigni autoctoni veronesi: Corvina, Rondinella e Molinara, gli stessi della Valpolicella.
Da citare inoltre i vini del cosiddetto “anfiteatro morenico” prodotti nel mantovano, sia bianchi che rossi, vini leggeri che si adattano ai piatti più semplici della tradizione locale, come le minestre.

Il rosso si produce con Cabernet, Merlot, Molinara, Negrara e Sangiovese; mentre per il bianco si utilizzano vari tipi di Trebbiano, Garganega, Pinot bianco, Riesling italico e Malvasia di Candia.
Includendo per estensione la provincia di Brescia vanno ricordati le DOC Botticino, Capriano del Colle e Cellatica.

I VINI DOC DELLA LOMBARDIA

 

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno