Questo sito contribuisce alla audience di

Kumquat, caratteristiche e ricette

Il kumquat è simile ad un mandarino in miniatura, viene consumato fresco o anche in macedonia o ancora viene trasformato in candito. Conosciamo meglio il kumquat e le sue caratteristiche.

Kumquat, caratteristiche e ricette


Il Kumquat è un agrume particolare apprezzato sia per le qualità organolettiche che per la possibilità di essere utilizzato come pianta ornamentale per le ridotte dimensioni e per la persistenza dei frutti sui rami.
Altri nomi con i quali è conosciuta questa pianta sono "mandarino cinese" o anche "fortunella", e le dimensioni dei frutti, sempre molto ridotte, vanno da qualche centimetro fino a meno di due centimetri di diametro, come nel caso della Fortunella Hindsi.

Trattandosi fondamentalmente di una varietà di agrumi, il contenuto nutrizionale ne rispecchia il contenuto, il kumquat è ricco di potassio, vitamine A e C, acido folico e sali minerali, come magnesio e calcio.
Il colore della buccia denota la presenza di carotenoidi conosciuti ed apprezzati per le loro proprietà. Le calorie fornite sono 71 per ogni 100 grammi di prodotto consumato.

In cucina il kumquat può essere utilizzato in una molteplicità di modi, anche se quello principale resta il consumo del frutto fresco, che può essere gustato con o senza buccia, che è molto sottile, più dolce della polpa e contiene molti nutrienti, ma in questo caso è opportuno il lavaggio sotto acqua corrente per eliminare la pellicola oleosa caratteristica di questi frutti.

Altri modi di utilizzare il kumquat lo vedono trasformato in candito, o anche impiegato per la realizzazione di marmellate e macedonie, o ancora per produrre succhi di frutta.

Alcuni preferiscono lasciarlo macerare nella vodka o in alcol per ricavarne un ottimo e profumatissimo liquore.

 

Iscriviti alla newsletter!