Questo sito contribuisce alla audience di

Asiago Dop, caratteristiche e ricette

L'Asiago è un formaggio antichissimo dal sapore inconfondibile adatto a diverse pietanze. Scopriamo meglio l'Asiago Dop.

Asiago Dop, caratteristiche e ricette


Prodotto inizialmente, attorno all'anno mille, con latte di pecora, dall'anno 1500, con l'aumentare degli allevamenti di mucche, l'Asiago fu prodotto esclusivamente con latte di vaccino, e questa modalità è rimasta tale fino ai giorni nostri, anche se la produzione è attualmente regolamentata da un disciplinare molto severo.

Il Consorzio Tutela Formaggio Asiago è stato istituito nel 1979 ed ha sede a Vicenza, è preposto al controllo della qualità del formaggio prodotto e appone di conseguenza le apposite marchiature sulle forme di Asiago. Il Consorzio è responsabile anche di far conoscere questo formaggio in italia e all'estero, e rappresenta più di 50 consorzi caseari.

L'Asiago viene prodotto in due fondamentali tipologie, quello fresco e quello stagionato, con piccole variazioni nei contenuti, dovute ovviamente ai diversi tempi di stagionatura, ma con due ben distinti gusti: quello fresco, pronto dopo soli 20 giorni di stagionatura, ha un gusto delicato e gradevole, mentre quello stagionato ha una consistenza più consolidata ed un gusto che va, a seconda del tempo di stagionatura, che in questo caso non può essere inferiore ai 60 giorni ma che può superare tranquillamente i 15 mesi per la qualità "stravecchio", da dolce ad intenso.

Nell'Asiago stravecchio il gusto si può arricchire anche di gradevoli punte di piccantezza, mentre l'aroma ricorda un invitante mix di quello della pasta di pane, delle mandorle e delle nocciole secche.

Il peso di una forma di Asiago può variare dagli 11/15 kg di quello fresco agli 8/12 kg di quello stagionato, mentre la forma resta quella classica cilindrica con un'altezza variabile dai 9 ai 15 centimetri.

le calorie fornite da 100 grammi di Asiago si aggirano sulle 370, mentre il contenuto di sali minerali aumenta al crescere dei tempi di stagionatura, passando dai 700 mg di Calcio e i 500 di Fosforo presenti nel formaggio fresco ai 990 e 660 rispettivamente di quello stagionato. Anche il contenuto di sale passa da 1,7% a 2,4% mentre vitamine e colesterolo restano sugli stessi valori, nello specifico quello del colesterolo è di 85 mg ogni 100 grammi di prodotto.

In cucina l'Asiago si presta ad una molteplicità di preparazioni, alle quali aggiunge con la sua presenza una nota che risulta particolarmente invitante al palato, può contrastare il gusto amarostico della rucola in una veloce insalata, oppure può valorizzare un'insalata di riso al radicchio, o ancora può completare alla perfezione dei meravigliosi maccheroni all'insalata trevigiana.