Questo sito contribuisce alla audience di

Fibre alimentari

Fibre alimentari, un prezioso aiuto che ci arriva dalla natura, scopriamo a cosa servono e scegliamole bene.

Fibre alimentari

Le fibre rivestono un ruolo fondamentale nella nostra alimentazione, perchè mobilizzano l'intestino e lo puliscono, contribuendo anche a sgonfiare la pancia.

Cerchiamo di fare un poco di chiarezza sulle fibre e sul loro utilizzo:

 - Quante fibre occorrono?
Secondo le tabelle di assunzione delle fibre (tabelle Larn), queste dovrebbero essere assunte in una quantità giornaliera pari a circa 15 grammi ogni 1.000 calorie, con un minimo giornaliero ottimale di 25 grammi, un valore che può essere raggiunto agevolmente inserendo nella propria dieta molti vegetali, in quanto i cibi di origine animale ne sono sprovvisti.

 - Che fibre devo assumere?
Non tutte le fibre sono eguali, quelle della frutta secca e dei cereali sono insolubili, e passando nell'intestino aumentano di volume stimolandone la motilità, quelle della frutta e della verdura invece si trasformano in una massa gelatinosa che riduce l'assorbimento del nutrimento, ottime quindi per tenere sottocontrollo l'apporto giornaliero di calorie.

 - Quali alimenti contengono più fibre?
Usando un sistema che confronta le calorie fornite per ogni grammo di fibra, frutta, verdura e legumi sono in testa alla classifica subito prima dei cereali integrali.

 - Quali effetti hanno le fibre sulla mia salute?
Oltre a quello nominato nel cappello iniziale, le fibre regolano l'assorbimento di grassi, colesterolo e zucchero, prevenendo quindi malattie cardiovascolari, diabete e sovrappeso, inoltre la frutta e le verdure con colore rosso o viola sono anche ricche di flavonoidi, potenti antiossidanti.

- Conviene integrare le fibre con prodotti arricchiti?
Di solito è preferibile assumere cibi che le contengano naturalmente, perchè si corre il rischio di perdere alcune proprietà naturali, come l'acido ferulico nel caso dei cereali arricchiti.

 

Iscriviti alla newsletter!