Inverno, è tempo d'influenza

Inverno, è tempo d'influenza. Ecco come prevenire l'influenza con una alimentazione sana ed equilibrata.

Inverno, è tempo d'influenza

Quello dell'influenza è uno dei virus più difficili da debellare, perchè muta continuamente, e la cura più efficace è sempre quella che recita un vecchio adagio, oggi forse passato di moda, la regola delle "Tre L": Lana, Letto, Latte, che si rivelano ancora oggi metodi molto efficaci per debellare questo fastidioso malessere.

Ma è anche possibile però, ricorrendo al consumo di specifici alimenti, rinforzare le difese immunitarie del nostro organismo per un duplice effetto, difendersi da un attacco di influenza ma anche, una volta contratta la malattia, aiutare il nostro corpo a sconfiggere più velocemente il virus alleviando allo stesso tempo i suoi effetti negativi.

E scopriamoli questi alimenti "scudo", ognuno offre una serie di benefici effetti e l'efficacia maggiore si ottiene alternandoli in una dieta leggera:

 - Acerola: la vitamina C naturale rafforza le difese organiche.
 - Cipolla: stimolante generale, diuretico e potente antinfettivo.
 - Polline: è utilissimo quando si tratta di riattivare il sistema difensivo dell'organismo.
 - Sambuco: l'estratto dei fiori è un ottimo sudorifero diuretico e depurativo, da impiegarsi soprattutto se l'influenza colpisce particolarmente le vie respiratorie.
 - Siero di latte: ottimo depurativo e rimineralizzante, può anche sostituire i pasti normali nel corso di un digiuno terapeutico.
 - Aglio: è un ottimo antinfettivo e uno stimolante organico.
 - Alghe: integrano l'apporto minerale e vitaminico e stimolano nella giusta misura l'organismo durante la convalescenza.
 - Arancia: costituisce la base per la classica e gradita bevanda da preferire durante l'influenza per la sua azione antifebbrile, antinfettiva, depurativa e stimolante.
 - Avena: se usata con regolarità è un ottimo stimolante della vitalità organica.
 - Artiglio del diavolo: consente di trattare in modo semplice e naturale i sintomi più fastidiosi, la febbre e la dolenzia muscolare.
 - Salice rosso: costituisce una sorta di "aspirina" naturale assumibile senza provocare nessun danno allo stomaco.
 - Limone: il succo e l'essenza hanno proprietà febbrifughe, attivanti le difese aspecifiche e stimolanti.
 - Mela: ancora un alimento-medicina il cui uso preventivo è sicuramente valido; il suo succo può costituire un salutare sostituto dei pasti durante la fase acuta della malattia.

E' superfluo stilare anche un elenco degli alimenti sconsigliati, perchè quando siamo ammalati non abbiamo certamente voglia di mangiarli, evitiamo i gusti troppo forti e alimenti particolarmente pesanti, la pasta e il riso sono ammessi ma con poco condimento.
Inoltre è opportuno consumare pochissimi grassi o cioccolate o creme ed inoltre evitare spezie piccanti, è infine buona norma dormire almeno 8 ore a notte, influenza permettendo!

 

Iscriviti alla newsletter!