Questo sito contribuisce alla audience di

Dieta senza glutine: lo scrigno segreto dei cereali

Non solo riso e mais, alla scoperta dei cereali naturalmente privi di glutine

Dieta senza glutine: lo scrigno segreto dei cereali
Dieta senza glutine: lo scrigno segreto dei cereali
Dieta senza glutine: lo scrigno segreto dei cereali

Mai sentito parlare di miglio, sorgo o teff? Sono alcune delle varietà dei cereali naturalmente privi di glutine ottime da integrare nella propria dieta  gluten  free. Chef e dietisti, per una volta d'accordo, ne decantano il gusto e le proprietà nutritive. Con questi cereali, spesso sconosciuti, è infatti possibile preparare piatti deliziosi, e, soprattutto, sani.

 Ecco qualche esempio:
  • Il miglio è un cereale ottimo da utilizzare come base per insalateprimi piatti o minestre condite con olio, verdure e formaggio. Ricco di amido e sostanze minerali, è considerato un vero prodotto di bellezza: ha infatti un'azione stimolante sulla pelle, sui capelli, sulle unghie e sullo smalto dei denti.
  • Il teff, originario dell'Africa nord-orientale, è il cereale col granello più piccolo al mondo: ci vogliono ben 150 granelli di teff per ottenere un chicco di grano! Ha un delicato gusto di noce ed è buono sia crudo che cotto. I granelli crudi possono servire per sostituire semi o noci nelle ricette. Nella cucina vegetariana i granelli cotti, invece, possono essere utilizzati con altri ingredienti (come fagioli o tofu) per preparare hamburger o polpette. In biscotti, torte, pasta brisée e pancakes, il teff sostituisce la farina di grano ordinaria con risultati davvero stupefacenti!
 
scrigno%20%28immag.%20princip.%29598x262
 
  • Il sorgo è un cereale dal sapore neutro, per questo adatto a una grande varietà di piatti. Può essere consumato in forma integrale, con tutti i suoi nutrienti (è ricco di ferro, fibre e proteine), cotto al vapore o bollito in acqua come il riso. Oppure è possibile macinarlo col frullatore e utilizzarlo come farina per la preparazione di panefocacce e  prodotti da forno.
  • Il fonio è uno dei cereali più antichi originari della Guinea africana. Leggero e nutriente, si presta ad ottime preparazioni etniche bollito, fritto o ridotto in farina. I suoi chicchi vengono spesso usati per preparare cous cous, pane, porridge e persino la birra!

Quinoa e amaranto, le proteine verdi tutte da scoprire!

A questi cereali si aggiungono la quinoa, originara delle Ande, e l'amaranto, coltura tipica dell'America Centrale. I chicchi interi di questi "pseudocereali" (appartengono alla famiglia degli spinaci, ma per sembianze e proprietà nutrizionali sono molto simili ai cereali) possono essere cotti a vapore e sono ottimi per primi piatti e contorni. Macinandoli con l'aiuto del frullatore è possibile inoltre ottenere della farina con cui preparare deliziose crespelle.
 
Dove trovarli?

Sono poco conosciuti, certo, ma non è così difficile scovarli: è possibile acquistare miglio, sorgo, teff, fonio, quinoa e amaranto nei negozi bio, in erboristeria o farmacia, sul web, e persino nei supermercati più forniti.

Potrebbero interessarti:

cerealiI cereali svolgono un ruolo importantissimo nell'alimentazione di moltissimi popoli, grazie ai cereali le nostre ricette si arricchiscono di sostanze utili e di gusti invitanti e molto variegati.
Scopri tutto sui cereali.




cereali1Il farro è un cereale conosciuto dall'uomo sin dall'antichità, oggi si stanno riscoprendo tutte le qualità di questo cereale ricco di vitamine e di fibre che si presta alla preparazione di molte gustose ricette.
Scopri tutto sul farro.



cereali2Le ricette con il riso sono diffuse il tutto il mondo dal momento che questo cereale è quello più prodotto, e consumato, al mondo; la varietà delle possibili preparazioni va dagli antipasti al dolce. 
Scopri tutto sul riso.




cereali4La farina è uno degli alimenti cardine della nostra gastronomia, dalle pizze alla pasta ai primi e secondi piatti, la percentuale di ricette che fanno ricorso alla farina per un motivo o per l'altro è veramente enorme.
Scopri tutto sulle farine.

Iscriviti alla newsletter!