Questo sito contribuisce alla audience di

Abbinamenti dei vini - C

Lettera C - Abbinamento cibo e vino, scopriamo quale piatto può essere abbinato con un vino la cui lettera iniziale è la C

Abbinamenti dei vini - C

Cacc'e Mmitte di Lucera (Puglia):
Un rosso dal curioso nome da abbinare ai salumi, primi con il ragù e bolliti.
Cagnina di Romagna (Emilia Romagna):
Rosso dolciastro, da abbinare alla pasticceria da forno.
Cannonau di Sardegna:
Un buon rosso per la tavola quotidiana.
Capri Bianco (Campania):
Un vino da sposare con il pesce. Da provare anche con un piatto di spaghetti al pomodoro.
Carema (Piemonte):
Rosso per carni alla griglia, agnello, capretto e selvaggina. Ottimo con le pappardelle e gli agnolotti.
Carignano del Sulcis Rosso (Sardegna):
Favoloso con l'agnello, capretto, porchetta e pecorini poco stagionati.
Carmignano Rosso (Toscana):
Vino per arrosti e formaggi stagionati.
Carso Malvasia (Friuli):
Bianco da antipasti di pesce e grigliate di mare.
Castel del Monte Bianco (Puglia):
Da servire con antipasti marinari e pesce alla griglia.
Castel del Monte Rosato (Puglia):
Per gli antipasti, ma anche i primi con il sugo di verdure e zuppe di pesce.
Castel del Monte Rosso (Puglia):
Con il pollame allo spiedo e con i formaggi pecorini.
 Casteller (Trentino):
Rosso da salumi, pollame alla griglia, arrosti. Da abbinare anche con le salsicce e crauti.
Castelli Romani Bianco (Lazio):
Accompagna formaggi freschi e pesce bolliti.
Cerasuolo di Vittoria (Sicilia):
Ideale con capretto ed agnello. Si abbina anche con i salumi di coniglio e di lepre.
Cerveteri Bianco (Lazio):
Con i piatti di mare ed i primi leggeri.
Cesanese del Pilio (Lazio):
Un rosso da arrosti e pollame ai ferri.
Chianti (Toscana):
La versione giovane accompagna tutto il pranzo. Da provare con la zuppa di pesce alla Livornese, la trippa alla Fiorentina e la ribollita. Quelli invecchiati si abbinano alla selvaggina e formaggi stagionati.
Cinque Terre (Liguria):
Da abbinare con il pesce e coi frutti di mare. Ottimo con il branzino e la pasta al pesto.
Cinque Terre Sciacchettrà (Liguria):
Un passito bianco da servire con pasticceria secca.
Cirò Bianco (Calabria):
Con i primi piatti di verdure e pesci delicati.
Crirò Rosso (Calabria):
Con la carne alla brace, gli arrosti, il caciocavallo e cacciagione.
Colli Albani (Lazio):
Da minestre di verdure e piatti di pesce. Ottimo con i bucatini all'amatriciana.
Colli Iberici Merlot (Veneto):
Per i piatti a base di funghi. Bene con i primi in genere.
Colli Iberici Tocai Rosso (Veneto):
Sta benissimo con i salumi, coniglio e le carni leggere.
Colli Bolognesi Chardonnay (Emilia Romagna):
Bianco per antipasti leggeri e primi al sugo di pesce.
Colli Bolognesi Pignoletto (Emilia Romagna):
Con i tipici antipasti romagnoli e con piatti leggeri di pesce.
Colli di Imola Rosso (Emilia Romagna):
Per primi con il ragù, arrosti e carni ai ferri.
Colli del Trasimeno Rosso (Umbria):
Da sposare con piatti di carne bianche e rosse, ma anche con il pesce d'acqua dolce.

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno