Carne equina: vantaggi

La carne equina per molti aspetti si dimostra superiore come qualità ed apporto di sostanze utili alle altre tipologie di carne, tuttavia sempre più persone rifiutano di alimentarsi con questo tipo di carne.
 

Carne equina: vantaggi
Carne equina: vantaggi
Carne equina: vantaggi
Carne equina: vantaggi
Carne equina: vantaggi
Qualche tempo fa ha suscitato scalpore la notizia che in alcuni alimenti preconfezionati e secondo l'etichetta contenenti soltanto carne di manzo sono state trovate tracce di DNA equino e suino.
Ma al di là della scorrettezza commerciale di chi ha utilizzato carne equina in prodotti dichiarati esclusivamente a base di manzo, è possibile mangiare carne equina e, in caso di risposta affermativa, è più o meno salutare di quella di manzo?

La storia ci conferma che la carne equina è sempre stata utilizzata dall'uomo come alimento, al di là delle considerazioni di ordine morale, per le quali questo contesto non è ovviamente il più indicato.

Oggi la carne di cavallo è molto apprezzata in tutta Europa, in Sud America e in Asia orientale - è anche stata utilizzata da chef di sushi in Giappone come un sostituto per il tonno rosso Otoro.
Nel 2007, Gordon Ramsay, il famoso chef pluristellato, ha dedicato una puntata di The F Word al cavallo, cercando, ma con scarsi risultati in verità, di persuadere i consumatori britannici sui vantaggi dell'utilizzo di questa carne.

Vantaggi, come afferma anche Ramsay, notevoli!

Analizziamone qualcuno:

La carne equina è povera di grassi, praticamente priva di colesterolo e contiene grandi quantità di ferro in forma assimilabile dal nostro organismo, al contrario di quello contenuto negli spinaci.

Queste caratteristiche la rendono ideale nelle diete dimagranti, per chi soffra di colesterolo alto o di pressione bassa.

Il grasso presente nella carne equina è facilmente individuabile ed asportabile in quanto si tratta di grasso di copertura, di colore giallo nel cavallo adulto e di colore bianco in quello giovane, e viene generalmente eliminato durante le fasi di lavorazione della carne.

La scarsità di grassi rende la carne facilmente digeribile e quindi adatta a tutti, anziani, bambini e convalescenti, inoltre l'alta percentuale di ferro presente, circa 3,9 mg per 100 grammi, ne consiglia l'uso alle persone anemiche, alle donne in gravidanza e ai bambini in crescita, di contro c'è un marginale fattore estetico che, proprio per la presenza del ferro, rende la carne, una volta tagliata, particolarmente scura per colpa dell'ossidazione.

La carne di cavallo contiene anche un'alta percentuale di proteine, indispensabili per lo sviluppo muscolare dei bambini e per gli sportivi inoltre, essendo una delle poche carni che contengono zuccheri (glicogeno), il suo consumo è consigliato anche per gli sportivi che necessitano di alimenti la cui frazione energetica sia rapidamente disponibile.
E' proprio da questi zuccheri che la carne equina ottiene quel sapore lievemente dolce che la rende così appetitosa.

Infine nella carne di cavallo è presente acido lattico in quantità doppia o tripla rispetto alle altre carni, il che costituisce una difesa naturale contro i batteri.

In Sicilia il consumo della carne equina è tradizionale, al punto che a Catania esiste un quartiere dove le macellerie servono esclusivamente carne equina e alcune di loro hanno una piccola taverna acclusa dove preparano piatti a base di questo alimento.

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno