Questo sito contribuisce alla audience di

Carpa, caratteristiche e ricette

La carpa è un pesce d'acqua dolce dalle carni digeribili e nutrienti, ideali anche durante un periodo di recupero o convalescenza. Conosciamo meglio la carpa e le sue caratteristiche.

Carpa, caratteristiche e ricette

Carpa, caratteristiche e ricette, visualizza tutte le ricette (6)



La carpa è un pesce d'acqua dolce della famiglia dei Ciprinidi.
Può superare il metro di lunghezza e raggiungere i 40 kg di peso. Predilige acque ferme o lente, con fondi melmosi e ricchi di vegetazione.
In Italia sono presenti quattro principali varietà: la carpa comune o regina ha il corpo completamente ricoperto di squame piccole e raggiunge anche i 35 kg di peso; la carpa specchio ha squame rade e di grosse dimensioni, di rado supera i 38 kg; la carpa cuoio è completamente priva di squame e non supera i 20 kg; la carpa a file di squame ha squame piccole sul dorso e grandi sui fianchi.

La carpa ha carni molto digeribili e nutrienti, indicate per gli sportivi, i convalescenti, i bambini e le donne che allattano.
È ricca di vitamine (soprattutto A) e di grassi polinsaturi, che la rendono adatta nella prevenzione delle malattie cardiocircolatorie e cerebrovascolari. È invece controindicata in caso di ipericemia e gotta in ragione del suo elevato contenuto in acido urico.
 
Come scegliere
• È sempre preferibile acquistare esemplari di allevamento (generalmente hanno meno lische).
• Corpo rigido e arcuato, squame ben aderenti.
• Aspetto brillante, con riflessi metallici e iridescenti.
• Odore gradevole, tenue.

Cosa evitare
• Aspetto generale spento e senza riflessi.
• Corpo flaccido e molle.
• Odore acre e sgradevole.

Come conservare
Una volta pulita (meglio non desquamarla se non la si cucina subito), va avvolta in un telo da cucina o nella carta da forno. Può essere conservata in frigorifero fino a 24 ore o nel freezer per 4 mesi.

In cucina
Prima del consumo, è bene lasciare spurgare la carpa a lungo sotto acqua corrente oppure a bagno in acqua e aceto per eliminare il sapore di fango della carne. Le sue carni, non molto pregiate e con molte lische, hanno un sapore dolciastro.

Si cucina fritta, alla griglia, in forno e in umido. Tra le preparazioni più note vi sono la carpa in porchetta, tipica del lago Trasimeno, condita con rosmarino, finocchio selvatico, prosciutto e aglio, e la carpa stufata aromatizzata alle mandorle, di tradizione ebraica, ripiena di carne di carpa con mandorle, uovo, cipolla fritta e spezie.

 

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno