Questo sito contribuisce alla audience di

Coniglio, caratteristiche e ricette

Il coniglio offre una carne saporita ma asciutta, asciutta ed estremamente digeribile. Conosciamo meglio il coniglio e le sue caratteristiche.
 

Coniglio, caratteristiche e ricette

Coniglio, caratteristiche e ricette, visualizza tutte le ricette (29)



Il coniglio domestico è un roditore diretto discendente del coniglio selvatico europeo e affine alla lepre dalla quale si distingue, oltre che per le dimensioni maggiori, anche perché alla nascita i piccoli sono privi di pelo.
È allevato in modo intensivo, in gabbie e recinti, e macellato all'età di 85-90 giorni, quando ha raggiunto un peso di 2,5-2,8 kg circa.
Il conigliosi trova in vendita intero, privato della testa, dei visceri e delle zampe oppure tagliato a pezzi: parte anteriore, "sella" o filetto (ovvero il dorso) e cosce.

La tenerezza e l'elevata digeribilità rendono la carne di coniglio particolarmente indicata per anziani e bambini. Tuttavia, contiene una discreta quantità di acido urico ed è quindi sconsigliata a chi soffre di uricemia o gotta.
La carne di coniglio contiene vitamina B e i valori di grassi e colesterolo sono molto bassi, l'apporto calorico è limitato a sole 115 kcalorie per 100 grammi di prodotto edibile.

Come scegliere
• Esemplare giovane (età compresa fra 3 mesi e 1 anno), riconoscibile dal collo e dalle zampe corti
• Carni di colore rosa chiaro e grasso bianco

Cosa evitare
• Carni di colore diverso dal rosa chiaro: nello specifico, nero, blu, verde o rosso scuro indicano una cattiva conservazione
• Grasso tendente al giallo, indicazione di di cattiva conservazione ed eccessivo contatto con l'aria

Come conservare
La carne di coniglio si conserva per 2-3 giorni in frigorifero avvolta in carta oleata.

In cucina
La carne del coniglio non necessita di frollatura. Attenzione a quando si taglia il coniglio a pezzi: gli ossi sono molto fragili e, se spezzati, potrebbero lasciare pericolose schegge nella carne.

In base al piatto che si desidera preparare bisogna scegliere l'esemplare adatto: ad esempio, per un arrosto è meglio scegliere un coniglio di 1,5 kg circa di peso. Se invece lo si vuole preparare in umido è preferibile un esemplare più grande: la carne è un po' più dura, ma più saporita.

 

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno