Questo sito contribuisce alla audience di

Farro, caratteristiche e ricette

Il farro è un cereale le cui qualità sono sempre più apprezzate, grazie alla vitamine e fibre di cui è particolarmente ricco. Conosciamo meglio il farro.
 

Farro, caratteristiche e ricette

Farro, caratteristiche e ricette, visualizza tutte le ricette (14)


Il farro appartiene alla famiglia delle Graminacee, è un cereale di antichissima coltivazione che ha sfamato per secoli le popolazioni dell'Italia Centrale.
Oggi si coltiva in alcune zone della Toscana, Umbria e Lazio ti tornato alla ribalta grazie alla nuova filosofia nutrizionale che privilegia gli alimenti naturali e il recupero della cucina tradizionale.

Diverse sono le preparazioni nelle quali è possibile utilizzare il farro, si va dalle classiche zuppe come la minestra di farro a utilizzi più particolari come quello che lo vede ingrediente della polenta alla Valnerina, o anche della zuppa di farro e patate della Maremma, ma molte sono le regioni che utilizzano questo cereale, come l'Umbria che lo prepara nell' imbrecciata, una gustosa zuppa di farro ed orzo.

E' vivamente consigliabile conservare il  farro in barattoli di vetro riponendolo in luoghi preferibilmente bui, freschi, areati e secchi; in queste condizioni si manterrà per lungo tempo anche se è preferibile consumarlo entro il primo anno dal raccolto.
 
Acquisto

È preferibile acquistare il farro confezionato in modo da verificarne sia la data di scadenza che l'origine del prodotto. Preferite il farro proveniente da coltivazioni biologiche, ossia dove non vengono utilizzati concimi e antiparassitari chimici.
Proprietà nutrizionali
Il farro costituisce un'autentica miniera di vitamine, fibre e sali minerali, inoltre fornisce molte calorie: 320 calorie ogni 100 grammi di prodotto, ma al confronto con altri alimenti offre anche una  vasta gamma di altri benefici, infatti è un rimineralizzante e contiene calcio, fosforo, sodio, potassio e magnesio.

Preparazione

Il farro, qualsiasi sia la ricetta che volete realizzare, va prima tenuto in ammollo in acqua fredda per 24 ore. Se lo tenete coperto a filo d'acqua e in luogo buio, dopo qualche giorno comincerà a germogliare fornendo un cibo ancora più nutriente. Come tutti i cereali integrali richiede una lunga cottura e si presta e a essere preparato sia in brodo, sia asciutto.
In generale il farro si combina ottimamente con altri vegetali a eccezione di frutta e patate.

 

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno