Questo sito contribuisce alla audience di

Fagiolini, caratteristiche e ricette

I fagiolini sono un ottimo e fresco alimento ideale per piatti di verdure, pasta e anche come delizioso contorno. Proviamo a conoscerli meglio.

Fagiolini, caratteristiche e ricette

Fagiolini, caratteristiche e ricette, visualizza tutte le ricette (101)



Anche se essenzialmente è un legume, il fagiolino viene considerato un ortaggio perché viene raccolto quando non è ancora maturo e vengono mangiati sia la buccia che il frutto all'interno, costituito da fagioli non ancora maturi.
Importato da Cristoforo Colombo nel corso dei suoi viaggi, la pianta di fagiolo si diffuse rapidamente in tutta Europa e soppiantò come importanza altri legumi come i ceci e la fave.

Le varietà di fagiolini disponibili in commercio sono numerose, volendo fare una distinzione per colore, abbiamo fagiolini verdi, gialli e violetti, tra i verdi possiamo citare il cleo, il festina, il virgilio con lunghezze medie tra i 10 e i 15 centimetri e periodo di raccolta in primavera o estate e con varie gradazioni di verde.

Tra i gialli citiamo il meraviglia di Venezia, con baccello piatto, e il corona d'oro con baccelli lunghi e carnosi, e infine tra i viola ricordiamo il fagiolino nano violetto e il re dei Bleu.

In cucina il fagiolino trova la sua collocazione in molte preparazioni, da condimento di piatti di pasta a ingrediente per saporite frittate, da contorno come per gli asparagi al gorgonzola  o anche solo come nei fagiolini alla provenzale oppure come accompagnamento per piatti di crostacei nel caso dello antipasto di scampi e fagiolini ma anche  in sfiziosi antipasti di pesce nella ricetta frittelle di pesce e carne in gustosi secondi. 

Contrariamente ai fagioli che che possono essere conservati secchi, non è possibile applicare lo stesso trattamento ai fagiolini, per cui possono essere surgelati freschi o bolliti e poi surgelati o anche per pochi giorni, non più di 4 o 5, chiusi in una busta e tenuti in frigorifero.

Al momento dell'acquisto bisogna controllare che non presentino macchie di muffa, che siano duri e si spezzino di netto e infine che i colori siano brillanti.
Qualche consiglio: i fagiolini vanno spuntati solamente quando si è deciso di cucinarli, altrimenti potrebbero ammuffire o deperire più velocemente; evitate di mangiare i fagiolini crudi perché contengono un enzima che disturba la digestione e che viene annullato dalla fase di cottura del fagiolino.

Per quanto concerne i valori nutrizionali del fagiolino, diciamo subito che è un alimento a bassissimo contenuto di calorie, al massimo 30 per ogni 100 grammi, cosa che lo rende adatto ad essere utilizzato durante una dieta, inoltre contiene anche alte percentuali di vitamine, in modo particolare la A, e sali minerali, specialmente ferro e potassio, mentre è invece carente di proteine rispetto ai fagioli in quanto i semi contenuti all'interno non sono giunti a maturazione e non hanno quindi acquisito tutte le loro proprietà.

Infine i fagiolini hanno proprietà rinfrescanti per l’apparato gastrointestinale grazie all'apporto di fibre e sono diuretici.

 

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno