Questo sito contribuisce alla audience di

Miele, proprietà e ricette

Il miele è una sostanza molto dolce, ricchissima di minerali e vitamine ottime per il nostro organismo. Conosciamo meglio le proprietà del miele.

Miele, proprietà e ricette

Miele, proprietà e ricette, visualizza tutte le ricette (158)


Il miele costituisce una meraviglia della natura che l'uomo, nella sua storia, ha imparato presto a sfruttare come alimento e come prodotto dolciario, e altrettanto rapidamente ne ha appreso le potenzialità benefiche e curative.

Il miele è costituito quasi esclusivamente da zuccheri, principalmente fruttosio e glucosio, e pertanto costituisce un alimento ad elevato valore nutritivo, eccezionale se assunto prima di qualche sforzo fisico perché le energie del glucosio sono immediatamente utilizzabili dall'organismo, mentre quelle del fruttosio vanno a costituire una riserva energetica pronta all'uso, come ben sanno gli atleti che ne fanno uso.

Il miele è anche facilmente digeribile, per cui può essere assunto anche da malati che abbiano difficoltà ad alimentarsi altrimenti, ne basta qualche cucchiaino disciolto in un bicchiere d'acqua tiepida per rinvigorire anche le persone più debilitate.
Essendo composto da zuccheri, il miele fornisce circa 310 Kcal per 100 grammi di prodotto, ed è ovviamente sconsigliato a chi stia seguendo una dieta o per chi soffra di diabete, inoltre fa bene anche al cervello e al sistema nervoso migliorando l'efficienza mentale.
   ______________________________________________________________________________
   
box_salute_1
Il miele è un ottimo rimedio per...

Disturbi dell'apparato digerente, affezioni all'apparato cardiocircolatorio, infezioni, influenza, febbre, anemia.
 
______________________________________________________________________________
 
 Il miele: consigli per l'utilizzo

Il miele si presta senza alcun problema a tantissime preparazioni in cucina, oltre ad essere impiegato nella cosmesi come crema o per produrre una bevanda alcolica, composta da miele, lievito e acqua, chiamata idromele, il famoso nettare degli dei.

Purtroppo l'aroma posseduto dal miele viene perso nel tempo anche in funzione della temperatura di conservazione, che sarebbe buona norma mantenere al di sotto dei 14 °C, per rallentare tale degrado, ma una volta che avrete iniziato ad apprezzarne le qualità dubitiamo che possa resistere a lungo in una cucina!
In generale, sia la consistenza, il colore e la densità del miele sono in funzione dei fiori da cui è stato raccolto il nettare, tra i più noti possiamo citare quello di acacia o di arancio, come pure quello di castagno o di fiori, ma esistono anche varietà forse meno conosciute, come il miele di erica o quello di trifoglio.

La scelta tra le infinite possibilità che vedono il miele abbinato ad altri ingredienti per dar vita a gustose pietanze è decisamente imbarazzante, non volendo parlare dei dolci che ne fanno un uso perlomeno scontato, come nel caso della crostata di rose e fruttio del ben più noto panettone, possiamo citare ben altri e sorprendenti impieghi del prezioso nettare.

Il miele infatti addolcisce le carni dell'anatra al miele e limone, stempera il forte gusto del salame nella insalata ungherese ai peperoni, o ancora può conferire quel tocco di dolcezza alla particolarissima salsa alle zucchine che la rende così gradita al palato.
Anche per alcune bevande il miele è molto più indicato rispetto allo zucchero, nelle tisane, ad esempio, o anche per un buon te.

Variando la qualità del miele impiegato, è possibile utilizzare la stessa ricetta ma adattandola al momento o alla voglia, ed ecco che un gustoso piatto di scampi in salsa piccante magicamente si trasforma, a seconda che venga usato miele di erica dal sapore delicato o miele di bosco dall'aroma e sapore decisamente più intensi.

 

Iscriviti alla newsletter!