Questo sito contribuisce alla audience di

Orata, caratteristiche e ricette

L'orata è un pesce dalle carni saporite e digeribili con il quale è possibile realizzare molte ricette; questo pesce è inoltre ricco di omega 3 che combattono il colesterolo cattivo riducendone i livelli. Approfondiamo la conoscenza.

Orata, caratteristiche e ricette

Orata, caratteristiche e ricette, visualizza tutte le ricette (18)



L'orata è tra i pesci più facilmente reperibili sui banchi dei mercati e delle pescherie, dalla caratteristica forma del capo molto convesso e facilmente distinguibile dagli altri pesci per la forte mascella munita di 4 o 6 denti appuntiti con i quali sminuzza i crostacei e le conchiglie che generalmente costituiscono il suo regime alimentare.
L'orata è diffusa in tutto il Mediterraneo e nell'Atlantico, e vive in prossimità delle coste su fondali fino a circa 150 metri di profondità, può raggiungere i 70 cm di lunghezza e vivere fino a 20 anni con un peso di circa 10 kg, prende il suo nome dalla caratteristica striscia dorata che ha sul capo.

Il pesce come alimento è molto più digeribile della carne e contiene molto meno colesterolo, ma è da tener presente che le orate di allevamento contengono mediamente un contenuto di grassi molto superiore a quella selvatica, e questo per la minore attività che il pesce fa nelle vasche e per la tipologia di allevamento intensivo di cui viene fatto oggetto.
 


L'orata: cuciniamola così
Una volta cotte, le qualità organolettiche dei due pesci, quello selvatico e quello naturale, si equivalgono, con solo una maggior fibrosità presente in quello selvatico.

Quando acquistate delle orate, regolatevi sulla quantità perché nel caso vogliate sfilettarle circa il 50% del peso va gettato via durante la fase di pulizia, tra interiora, branchie, spina e testa. Inutili le avvertenze sulle verifiche della freschezza del pesce, occhio vivo e convesso, branchie rosso vivo, non deve odorare di alghe e le carni non devono essere molli.
Un'altra operazione non proprio gradevole da fare è la squamatura del pesce.

Molti sono i modi di gustare un'orata, all'acqua pazza, sulla brace, al cartoccio, all'arancia, e le possibilità sono naturalmente infinite.

Una preparazione originale dell'orata è quella nel sale, che, contrariamente a quanto si possa credere, non rende il pesce particolarmente salato e ne conserva tutto l'aroma e il sapore, con in più la sorpresa degli ospiti quando a tavola viene presentato l'orata avvolta ancora nel sale.



 

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno