Questo sito contribuisce alla audience di

Gamberi, caratteristiche e ricette

I gamberi sono gustosi crostacei da mangiare sia crudi che in squisite ricette che lo vedono assoluto protagonista. Conosciamo meglio il gambero.

Gamberi, caratteristiche e ricette

Gamberi, caratteristiche e ricette, visualizza tutte le ricette (294)



I gamberi sono dei crostacei con una lunghezza compresa, normalmente, tra i 7 ed i 20 centimetri e sono ricoperti da una corazza non troppo robusta di colore rosso-arancione la cui coda a forma di ventaglio consente rapidi movimenti all'indietro.
In Italia i gamberi più comuni sono quelli rossi che si trovano nel Mediterraneo e sopratutto nel Mar Ligure, in Sardegna, Sicilia e nello Ionio. In commercio però si trovano sia i gamberi grigi che la varietà rosata.

Con i gamberi è possibile realizzare un numero pressoché illimitato di ricette, a partire ai delicati piatti di finger food, come gli arancini di gamberetti o i crostini ai gamberetti passando per i primi come le bavette con i gamberi o il cocktail di pasta per giungere finalmente ai secondi con gustosi canestrini rosa  o anche invitanti frutti di mare alla vaniglia e terminare con contorni come l'insalata intrigante o quella valenciana.

Molte sono le varietà di gamberi disponibili, gamberi di fiume, di mare, i gamberetti e le mazzancolle, solo per citare le più note ed importanti.
Dal punto di vista nutrizionale i gamberi sono un ottimo alimento visto che freschi apportano circa 71 calorie per 100 grammi di prodotto edibile, a fronte di 13,6 grammi di proteine e solo 0,6 di grassi. 

Ci sono però differenze tra le varie specie: il gambero ha un contenuto limitato di colesterolo, mentre il gamberetto ne contiene una quantità quasi doppia e i due crostacei differiscono anche nei valori nutrizionali.

La mazzancolla invece è ricca di vitamina B, contiene anche calcio, fosforo, ferro, ma ha invece un apporto calorico modesto vista la scarsità di grassi e glucidi.

Al momento dell'acquisto bisogna prestare particolare attenzione alla corazza dei gamberi che non deve presentare macchie scure e non si deve separare con troppa facilità dalla carne, perché indicherebbe che il prodotto è poco fresco; è invece un segnale positivo il fatto che il corpo sia rigido e sodo.
Evitare infine di acquistare gamberi che odorino di ammoniaca, dato che il loro odore naturale è molto delicato.

I gamberi, gamberetti e mazzancolle si deperiscono molto rapidamente: vanno quindi consumati il prima possibile. Li si può conservare in frigorifero chiusi in sacchetti alimentari al massimo per non più di un giorno.
In alternativa, se freschi, li si può surgelare a una temperatura inferiore a -18° C avendo cura di eliminare quanta più aria possibile prima di chiudere il sacchetto.

 

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno