Questo sito contribuisce alla audience di

I bicchieri per la birra

Per gustare al meglio la birra è necessario abbinare il giusto bicchiere alle diverse tipologie, scopriamo come fare.

I bicchieri per la birra

Ogni birra va bevuta nel bicchiere adatto alle sue caratteristiche organolettiche, quindi ad una birra poco aromatica dovrà corrispondere un bicchiere dall'imboccatura stretta per mantenere l'aroma raccolto, una birra molto aromatica dovrà essere versata in un bicchiere dall'imboccatura larga, ad esempio un ballon.

Un'altra distinzione nell'utilizzo del bicchiere più adatto va fatta in funzione della quantità di schiuma che produce la specifica birra, ad esempio le pils belghe andranno versate in un bicchiere detto a colonna biconica, in modo che la spatola possa "decapitare" la schiuma, o ancora a colonna conica, che allargandosi verso la sommità mantiene la schiuma sotto controllo.

La schiuma svolge un ruolo molto importante nelle birre, infatti impedisce il contatto diretto della birra con l'aria bloccandone l'ossidazione, e la capacità del bicchiere deve essere tale da contenere sia la birra che la schiuma prodotta.

Il bicchiere inoltre va sempre lavato prima di ogni utilizzo e tenuto a temperatura fresca per evitare che la birra, nel momento in cui venga versata, subisca uno shock termico, inoltre va versata sempre nel bicchiere tenuto inclinato per evitare uno sviluppo eccessivo di schiuma.

Infine i bicchieri a calice col gambo offrono il vantaggio di evitare di riscaldare la birra col calore delle mani.

 I BICCHIERI
 
Cilindrico: per dare la giusta connotazione alla birra e dal vetro sottile per dare già al tatto la sensazione di freschezza, adatto alle ambrate alt
Balloon: la forma a chiudere esalta la schiuma e la superficie ampia favorisce lo scambio termico, per birre corpose
Calice a chiudere: la forma è adatta ad alzare la schiuma impedendole allo stesso tempo di traboccare, adatto a lager e pils
Calice a tulipano: la bocca svasata svolge il doppio ruolo di contenere la birra e favorire al contempo il diffondersi dell'aroma, adatto a birre aromatiche
Colonna biconica: con vetro di spessore medio e bocca a chiudere per "decapitare" la schiuma, per pils belghe
Colonna conica: permette un controllo maggiore della schiuma ed è adatto alle profumate birre danesi
Coppa: ha una forma quasi perfettamente emisferica e abbassa lo spessore della birra esaltandone il profumo
Flute: per birre secche e con schiuma abbondante, da servire fredde, come la pils
Boccale tedesco: vetro molto spesso per conservare la freschezza e pareti lavorate per esaltare il perlage, forse il più utilizzato, anche se è nato per le marzen e le export
Boccale inglese: anche in questo caso il vetro resta spesso, ma le pareti sono liscie per esaltare lo scarso perlage tipico ad esempio delle ales o delle pale ales
Weizebecker: dalla capacità fissa di mezzo litro, utilizza la svasatura alla sommità per tenere sotto controllo le abbondanti schiume delle birre di grano, le weizen o weissbiere
Pinta: la forma a cono rovesciato e la svasatura sotto l'orlo limitano al massimo la schiuma delle bitter ales e valorizzano la cream delle stout
 

Iscriviti alla newsletter!