Questo sito contribuisce alla audience di

Recensioni whisky: Cragganmore 12 years old

Altra etichetta da scoprire nel nostro viaggio intorno al whisky: il Cragganmore 12 years old.

Recensioni whisky: Cragganmore 12 years old

Tipo: Single-malt 12 years

Regione: Highland,Speyside

Produttore: Cragganmore Distillery

Indirizzo: Ballindaloch, Banffshire, AB37 9AB

Bottiglia: Questa bottiglia,come tutte quelle facenti parte dei "Six Classic Malts", si presenta confezionata in una scatola di cartone di colore chiaro; dalla classica forma a doppio collo sembra proprio di tenere in mano un "classico dei classici".

Note di sapore: Questo malto dello Speyside, sottozona delle Highland, dal carattere deciso e complesso si presenta con un gusto lungo e speziato; a paragone di un Glenmorangie è più oleoso e piccante. L'aroma è delicato, quasi fruttato e con un finale piuttosto lungo.

Curiosità: La Cragganmore è una delle pochissime distillerie ad utilizzare tini di legno (washbacks) per la fase di mashing; quasi tutte le distillerie utilizzano ormai tini in acciaio, necessitano di minore manutenzione e sono facilmente lavabili. Ma alla Cragganmore ci tengono alla tradizione e vogliono produrre whisky proprio come 130 anni fa. Si narra che John Smith, fondatore della distilleria, stesse arando il suo podere quando scoprì un tesoro sepolto sotto la roccia. Il presunto tesoro fornì i soldi per avviare la distilleria e la roccia è quella che si leva ancor oggi all'ingresso della distilleria.

La storia della distilleria

La distilleria Cragganmore, la prima costruita lungo la strada ferrata, fu fondata da John Smith nel 1869 e prese il nome dalla vicina montagna Craggan More Hill, che ancor oggi fornisce l'acqua necessaria alla produzione.

Smith era stato il gestore delle distillerie di Macallan, di Glenlivet e di Wishaw ed era stato anche locatario della distilleria di Glenfarclas, era quindi uomo (meglio dire "gigante", visto il suo peso di 140 kg ) di provata esperienza.

La distilleria ebbe subito una fortissima espansione, fu una delle prime a servirsi del collegamento ferroviario, il che spiega probabilmente perché gran parte della produzione sia sempre stata destinata alla miscelazione.

Smith morì nel 1886 ed affidò il commercio a suo figlio Gordon, che in gran parte ricostruì la distilleria nel 1901; nel 1923, la vedova di Gordon vendette alla Distillers & Co.

Ora i distillatori autorizzati sono la D.& J. Mc Callum di Edimburgo che per molti anni esportarono il Cragganmore principalmente in Australia ed in Nuova Zelanda. Nel 1988/89, tuttavia, la marca fu scelta dalla United Distillers per rappresentare lo Speyside nella serie classica di malti.

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno