Questo sito contribuisce alla audience di

I materiali per le pentole

Il materiale utlizzato per produrre pentole e padelle ha un ruolo primario per definire il sapore finale. Proviamo a conoscere meglio il materiale usato per produrre le pentole.
 

I materiali per le pentole

Cucinare è un rituale che da sempre accompagna le nostre vite. Il piacere di assaporare i cibi della tradizione, sedendosi insieme a tavola, in attesa che ci venga servita la porzione di pasta o la pizza che più amiamo: questo è l’amore genuino per il buon cibo.

Ma affinché il gusto delle ricette sia conservato al meglio occorre scegliere la corretta padella. 
A seconda del materiale di cui è composta la vostra pentola, infatti, i cibi assumono modalità di cottura ben differenti, fino a causare, in alcuni casi, il cambiamento organolettico degli ingredienti stessi.

Sapevate ad esempio che…

- L’alluminio si caratterizza come il più economico dei materiali con cui è possibile realizzare una pentola. E’ leggero e pratico, ma si incorre nel rischio di assorbimento del sapore e di alterazione del colore delle pietanze cucinate.
- Il rame stagnato è un ottimo conduttore di calore e, per questo, il tempo di cottura e di riscaldamento dei cibi si riduce. Allo stesso modo, però, crescono le spese di manutenzione: le pentole di rame necessitano infatti di una ristagnatura periodica, onde evitare spiacevoli episodi di assorbimento del sapore dello stagno da parte degli alimenti.
- Il rivestimento antiaderente è un utile alleato contro l’attaccamento dei cibi al fondo delle padelle. E’ così possibile arrostire e cuocere senza l’uso di condimenti e sostanze grasse, quali olio e burro. Il rivestimento, tuttavia, è sensibile al calore e alle eventuali graffiature: occorre quindi maneggiare tali padelle con estrema cura e attenzione.
- L’acciaio è perfetto per arrostire leggermente i cibi e per grigliare le carni, in quanto conferisce un’ottima colorazione bruna all’alimento. E’ inoltre estremamente resistente al calore, ma è altrettanto ossidabile ed altera in molti casi il colore e il sapore. Una speciale parentesi è invece da aprire per ciò che riguarda l’acciaio inox: manutenzione minima e nessuna alterazione di colore e sapore rispetto al gusto originale delle pietanze sono i punti di forza di questo materiale.

Cucinare bio.

Acquistare una pentola in acciaio inox implica una scelta etica, a sostegno dell’ambiente.
Pochi sanno infatti che l’acciaio inossidabile è un materiale assolutamente non rilasciante, estremamente duraturo e totalmente riciclabile: per questo l’inox si caratterizza fortemente per la sua natura eco-compatibile.
Occorre però fare attenzione alla composizione stessa delle padelle che acquistiamo: verifichiamo che le pentole che andremo ad acquistare non siano miscelate con altre componenti meno pregiate.

CONOSCI L'ABBATTITORE DOMESTICO?