Arrosticini

Gli arrosticini si realizzano tagliando a cubetti la carne di pecora per poi infilarli su spiedini e cuocerli sulla griglia ben calda. Ecco come preparare la ricetta degli arrosticini.

Portata Portata:
Secondi piatti di Carne (Vedi altre Ricette)

Cucina regionale Cucina regionale:
Abruzzo (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Facile

Persone Persone:
4

Tempo Tempo:
20 minuti 20 minuti di cottura

Vino Vino:
Montepulciano d'Abruzzo

Costo Costo:
Economico

Ingredienti

  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe
  • 800 g Polpa di pecora

Preparazione

Step 1

Servendosi di un coltello molto affilato procedete a tagliare la polpa di pecora realizzando dei piccoli cubetti la cui dimensione dovrà essere di circa 1 cm per lato.

Step 2

Durante il taglio fate attenzione a non eliminare il grasso presente naturalmente nella carne che dovrà essere indicativamente intorno al 25% di tutto il peso della carne.

Step 3

Infilate quindi uno ad uno i cubetti di carne sugli spiedini di legno. Prendete un piatto da portata di dimensioni piuttosto generose e ponete, uno ad uno cercando di distanziarli, gli spiedini preparati.

Step 4

Condite gli arrosticini con sale distrinuito unifirmemente e procedete scaldando la piastra in modo che la stessa risulti essere molto calda prima di mettere gli arrosticini a cuocere.

Step 5

A temperatura raggiunta adagiatevi, uno ad uno, gli arrosticini e, con cura, girateli continuamente senza avere delle sezioni crude o bruciacchiate. Disponeteli poi sul piatto da portata e serviteli caldissimi.

Consigli

Per variare la ricetta originale, che però non potreste più chiamare "arrosticini", utilizzate un rametto di rosmarino intriso nell'olio per bagnare un paio di volte gli arrosticini durante la cottura servendoli poi sul piatto da portata caldissimi.
Il barbecue dove si cuociono gli arrosticini si chiama in dialetto pescarese: lu cippone proprio dai ceppi con i quali si infilano i pezzi di carne degli arrosticini.
Questo è un piatto molto noto e usato nel pescarese dove si fanno anche delle sagre con l'arrosticino,  un pò meno nel chietino ma pochissimo usato  nel teramano e nell'aquilano,

Ringraziamo  Flavia Iezzi per il contributo fornito.

Contenuti sponsorizzati

Commenti

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno