Pizza con zafferano e frutti di mare

La pizza con zafferano e frutti di mare si realizza facendo aprire le cozze e le vongole per poi sgusciarle, faremo anche cuocere i moscardini e tutti gli altri pesci; stenderemo a questo punto la pasta e distribuiremo la passata di pomodoro e gli altri ingredienti poi inforneremo e serviremo subito.

Portata Portata:
Piatti alternativi (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Media

Persone Persone:
4

Tempo Tempo:
30 minuti + 1 ora di riposo + 40 minuti di cottura

Vino Vino:
Alghero Torbato Spumante

Costo Costo:
Economico

Ingredienti

  • 500 gFarina
  • 600 gCozze
  • 500 gVongole già spurgate
  • 6Fiori di zucca a listarelle
  • 1 dlVino bianco
  • 250 gPassata di pomodoro
  • 300 gCode di gamberi
  • 2Calamari puliti
  • 30 gLievito di birra
  • 1 bustinaZafferano
  • 1 cucchiaioPrezzemolo tritato
  • 2Alloro secco
  • 1Aglio a spicchi
  • 5 cucchiaiOlio extravergine
  • q.b.Sale
  • q.b.Pepe
  • 4Moscardini puliti

Preparazione

Step 1

Impastate la farina con il lievito, sciolto con lo zafferano e poco sale in 2,5 di di acqua tiepida. Coprite la pasta e lasciatela riposare per 1 ora. Lavate le cozze e le vongole, sgocciolatele e fatele aprire in una padella coperta con 2 cucchiai d'olio, l'aglio, metà del vino, il prezzemolo, il sale e il pepe.

Step 2

Sgusciate i molluschi, tenendone da parte qualcuno intero ed eliminando quelli rimasti chiusi. Cuocete i gamberi in 1/2 Iitro d'acqua con il vino rimasto e 1 foglia di alloro. A parte cuocete i calamari e i moscardini per 20 minuti e spezzettateli. Condite con l'olio rimasto e il sale.

Step 3

Stendete la pasta, distribuitevi la passata di pomodoro, salate e cuocete nel forno a 220 °C per 20 minuti, poi unite i frutti di mare, i fiori di zucca a listarelle e proseguite la cottura per altri 10 minuti, prima di servire.

Consigli

Per questa ricetta, utilizzate code di gambero rosso mediterraneo. Non lessatele per più di 1 minuto e, una volta sgocciolate, sgusciatele con delicatezza, liberandole del filo nero interno senza rompere le carni.

Commenti

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno