Questo sito contribuisce alla audience di

Involtini di verza e seitan

Gli involtini di verza e seitan sono una preparazione dai toni vagamente orientaleggianti, si prepara scottando le foglie di verza e poi farcendole con riso cotto a lungo e cipolla tritata e rosolata ed erbe aromatiche, successivamente le foglie saranno arrotolate e cotte in un tegame.

Portata Portata:
Primi piatti (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Media

Persone Persone:
4

Tempo Tempo:
25 m

Vino Vino:
Grignolino del Monferrato

Ingredienti

  • 800 gVerza
  • 200 gSeitan
  • 70 gRiso integrale
  • 1/2Cipolla
  • 1 mazzettoPrezzemolo
  • 1 mazzettoBasilico
  • 3 cucchiaiOlio di mais
  • 1/2 bicchiereBrodo vegetale
  • 2 cucchiainiShoyu

Preparazione

Step 1

Staccate le foglie della verza, scegliendo le 12 migliori, eliminate le coste centrali, lavatele bene e scolatele. Portate a ebollizione una pentola d'acqua salata e scottate le foglie per 2 - 3 minuti; scolatele, immergetele in acqua fredda, stendetele sopra un canovaccio e asciugatele.

Step 2

Portate a ebollizione un tegame con dell'acqua in ragione di 3 tazze di acqua per una di riso, salatela e fatevi cuocere il riso per 40 minuti, scolatelo e tenetelo da parte. Pulite la cipolla e tritatela finemente; lavate, asciugate e tritate il prezzemolo e il basilico. Mettete in un tegamino 2 cucchiai di olio e la cipolla tritata. Fate appassire.

Step 3

Aggiungete il seitan tritato e fatelo rosolare a fuoco vivo, mescolando spesso; bagnate con il brodo, fate evaporare e unite il riso, mescolate e togliete dal fuoco. Aggiungete il prezzemolo e il basilico tritati e insaporite con un cucchiaino di shoyu. Distribuite un cucchiaio del composto sopra ogni foglia, ripiegate un poco i bordi nel senso della lunghezza e arrotolatele.

Step 4

Disponete gli involtini in una casseruola ben accostati uno all'altro; aggiungete acqua calda fino a metà altezza; irrorate con l'olio rimasto e lo shoyu e fate cuocere a tegame coperto e fuoco moderato per 15-20 minuti.

Consigli

La shoyu non è altro che salsa di soia, che prende indifferentemente i due appellativi.

Commenti

Iscriviti alla newsletter!