Questo sito contribuisce alla audience di

Taccula

La taccula è una ricetta sarda preparata spennando e fiammeggiando gli uccelli che saranno posti in padella a cuocere con il mirto e quindi conservati in uno straccio da cucina per una giornata in frigo. Ecco i passaggi della ricetta della taccula.

Portata Portata:
Secondi piatti di Carne (Vedi altre Ricette)

Cucina regionale Cucina regionale:
Sardegna (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Facile

Persone Persone:
4

Tempo Tempo:
30 minuti + 1 giorno di + 1 ora 10 minuti di cottura

Costo Costo:
Medio

Ingredienti

  • 8Cacciagione (uccelli)
  • q.b.Mirto, foglie
  • q.b.Sale

Preparazione

Step 1

Spiumare e sfiammare gli uccelli lasciandoli integri (senza eliminare le interiora) e far bollire per una decina di minuti una pentola con acqua e molte foglie di mirto.

Step 2

Salare l'acqua e immergere gli uccelli lasciandoli cuocere per un tempo proporzionale alla loro dimensione (es. quaglie mezz'ora, storni 1 ora, passeri 40 minuti), quando gli uccelli saranno perforabili con uno stuzzicadenti saranno pronti, estrarli dalla pentola e porli in un piatto ricoprendoli di foglie di mirto.

Step 3

Riunire gli uccelli e rinchiuderli in uno straccio da cucina lasciandoli raffreddare, una volta a temperatura ambiente si riporranno in frigorifero sempre avvolti nello straccio e chiusi tra due piatti fondi.

Step 4

Dopo una giornata di frigorifero saranno pronti al consumo.

Consigli

Abbiamo presentato la taccula come un secondo piatto, ma a seconda della dimensione degli uccelli utilizzati può rappresentare un antipasto come un piatto di intermezzo tra due portate.

Commenti

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno