Questo sito contribuisce alla audience di

Haggis

L’haggis è il piatto nazionale scozzese, un piatto molto semplice a base di frattaglie di pecora tritate e poi miscelate con farina d’avena ma decisamente non per tutti. Ecco i passaggi per la ricetta dell’haggis.

Portata Portata:
Piatti unici (Vedi altre Ricette)

Cucina internazionale Cucina internazionale:
Gran Bretagna (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Difficile

Persone Persone:
6

Tempo Tempo:
1 ora + 12 ore di ammollo + 5 ore di cottura

Costo Costo:
Economico

Ingredienti

  • 1Stomaco di pecora
  • 1Cuore o polmoni d'agnello
  • 3Cipolle
  • 400 gAvena
  • 1 cucchiaioSale
  • 1 cucchiaioPepe nero
  • 1 cucchiaioErbe aromatiche
  • 200 gSugna ( grasso di maiale )
  • 300 mlBrodo di carne

Preparazione

Step 1

Lavare lo stomaco in acqua fredda e quindi lasciarlo in ammollo in acqua fredda salata per una notte circa.

Step 2

Ponete la coratella in una pentola in grado di coprirla interamente con acqua fredda, quindi fate cuocere lentamente fino a che diventa tenera (occorreranno circa un paio d’ore). Una volta pronta lasciate riposare in modo che si raffreddi.

Step 3

Una volta raffreddata tritatela finemente e mescolatela con la farina d’avena, aggiungendo all’impasto del brodo e quindi procedere aggiungendo sia la sugna che le cipolle, assicurando che siano tutti accuratamente mescolati fra loro.

Step 4

Procedete quindi a riempire lo stomaco pulito in precedenza con il composto, facendo attenzione che la farina di avena tende ad espandersi. Cucite quindi l’haggis preparato e, con un piccolo ago, bucherellate.

Step 5

Fate quindi bollire per circa 3 ore in acqua bollente. Al termine potrete servirlo con un contorno di purè di rape e di patate.
 

Consigli

L’haggis è una ricetta estremamente antica, alcuni la datano intorno al 1400 mentre altri la posizionano molto prima. Era il piatto dei contadini, degli uomini di fatica e di tutti coloro che umilmente lavoravano nelle prime rudimentali fabbriche.
In Scozia è ancora oggi consumato e viene generalmente preparato dal macellaio, quindi acquistato già preparato.
Ha qualche familiarità con il nostro cotechino.

Commenti

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno