Petti di fagianella al timo

I petti di fagianella al timo si preparano disossando i petti di fagianella e lasciandoli macerare per alcune ore prima di iniziare la preparazione in padella col burro. Da parte si preparerà poi un fondo bruno con le cosce e le ossa che serviranno da accompagnamento per le fettine.

Portata Portata:
Secondi piatti di Carne (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Facile

Persone Persone:
4

Tempo Tempo:
10 minuti + 2 ore di riposo + 20 minuti di cottura

Vino Vino:
Rosso di Montalcino

Costo Costo:
Medio

Ingredienti

  • 4 pettiFagianella
  • q.b.Olio di oliva
  • q.b.Cognac
  • q.bTimo
  • q.b.Burro
  • q.b.Purea di patate (per accompagnare)

Preparazione

Step 1

Se non ve li siete fatti dissossare dal vostro macellaio, allora la prima operazione da fare è proprio questa. Quindi munitevi di un coltello molto affilato e pulite i vostri petti dall'osso e dividendoli dalle cosce.

Step 2

Se disponete di timo fresco lavatelo con cura ed asciugatelo aiutandovi con della carta assorbente, dopo di che tritatelo aiutandovi con una mezzaluna.

Step 3

A questo punto prendete i petti di fagianella e lasciate macerare con olio, timo e cognac per qualche ora. Con le cosce e le ossa della fagianella preparate un fondo bruno molto ristretto, aromatizzato con il timo.

Step 4

Nel frattempo fate rosolare leggermente i petti nel burro, e cuoceteli mantenendoli però ancora leggermente rosati all'interno. Naturalmente se vi piacciono ben cotti proseguite nella cottura.

Step 5

Quando saranno pronti, tagliate i petti a fette sottili e disponetele nei piatti da portata, su un letto di purea, contornando il tutto con il fondo bruno.

Commenti

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno