Questo sito contribuisce alla audience di

Risotto al salto

Il risotto al salto è una ricetta che consente di riciclare il risotto alla milanese avanzato. L'ingrediente principale è infatti il risotto allo zafferano non terminato il giorno precedente che verrà saltato in padella con burro e un pizzico di pepe bianco, moltissime le varianti legate al gusto personale.

Portata Portata:
Risotti tradizionali (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Facile

Persone Persone:
4

Tempo Tempo:
15 minuti di cottura

Costo Costo:
Economico

Ingredienti

  • 400 gRisotto giallo alla milanese avanzato
  • 50 gBurro
  • q.b.Pepe

Preparazione

Step 1

Fate liquefare il burro in padella: deve prendere un bel color d'oro.

Step 2

Unite il risotto e fatelo insaporire a fuoco vivace, rigirandolo col mestolo: conditelo con un pizzico di pepe bianco. Appiattite il riso con la parte convessa del mestolo.

Step 3

 Dopo 4 minuti di cottura a fuoco medio, giratelo con l'aiuto di un piatto, proprio come fosse una frittata, e rimettetelo in padella. Dovrà formare una bella crosticina color oro antico da entrambi i lati. Servitelo caldo, tagliato a spicchi.

Step 4

V'è chi mescola al risotto un uovo sbattuto, prima di metterlo in padella; v'è chi vi aggiunge generose manciate di parmigiano grattugiato; v'è chi lo intride di ottimo brodo magro di carne, v'è ancora chi vi amalgama un paio di cucchiai di sugo d'arrosto.

Step 5

Innovazioni che hanno a che fare più con la fantasia e il gusto personale che con le teorie culinarie: ognuno è libero di fare quello che gli va. E buon prò.

Consigli

L'idea geniale è nata, manco a dirlo, in un famoso ristorante meneghino: dà luogo a un piatto appetitoso e stuzzicante, che a malincuore legheremmo fra le trovate per far fuori gli avanzi, dal momento che gli assegniamo volentieri la dignità di ghiottoneria vera e propria, gustosa e semplice. Fra l'altro, con lo stesso metodo, si possono restituire a nuova vita molti altri piatti di riso destinati altrimenti alla formazione di colle atte all'attacchinaggio abusivo.

Commenti

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno