Questo sito contribuisce alla audience di

Scaloppine alla parmigiana

Le scaloppine alla parmigiana si preparano battendo la carne, infarinandola e friggendola brevemente in padella, successivamente ogni fetta verrà avvolta nel prosciutto ed in lattuga cosparsa di parmigiano e cotta  in forno. Ecco i passaggi per le scaloppine alla parmigiana.

Portata Portata:
Secondi piatti di Carne (Vedi altre Ricette)

Cucina regionale Cucina regionale:
Emilia Romagna (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Facile

Persone Persone:
4

Tempo Tempo:
20 minuti 30 minuti di cottura

Vino Vino:
Lambrusco di Maestri

Costo Costo:
Economico

Ingredienti

  • 4Fettine di vitello
  • 50 gFarina
  • q.b.Sale
  • q.b.Pepe
  • 60 gBurro
  • 150 gProsciutto crudo di Parma
  • 2 cucchiaiPrezzemolo tritato
  • 150 gParmigiano
  • 4 cucchiaiBrodo
  • 1 cespoLattuga

Preparazione

Step 1

Assottigliate le fettine battendole con un batticarne prima di passarle nel composto di farina, sale e pepe.

Step 2

Mettete una noce di burro in padella e quando si sarà sciolto rosolarvi le fettine di carne per 3 minuti da ambedue i lati. Staccate dalla lattuga le foglie più grandi lavandole delicatamente e asciugandole con un panno pulito.

Step 3

Avvolgete le scaloppine prima in una fetta di prosciutto e successivamente  in una foglia di lattuga, utilizzando qualche stuzzicadenti se necessario.

Step 4

Distribuite il parmigiano grattugiato sulle fettine rivestite dalle foglie di lattuga e cuocete la carne in forno per 240 °C per circa 8 minuti nel liquido di cottura allungato con un poco di brodo.

Step 5

Appena il formaggio sulla superficie inizierà a formare delle bolle togliete la carne dal forno e servitela subito bagnandola col residuo liquido di cottura. Accompagnate la carne con le foglie di lattuga non utilizzate.

Consigli

Le scaloppine alla parmigiana sono una ricetta nata in Emilia Romagna dall'incontro tra tenerissima carne di vitello, prosciutto stagionato all'aria di Langhirano e parmigiano reggiano, prodotto secondo regole rigorose.

Commenti

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno