Sardine all'aceto

Le sardine all'aceto, per essere al meglio, dovranno macerare nell'aceto per almeno due giorni, tenendole in frigo sarà opportuno coprirle con un foglio di carta alluminio per evitare che il frigo prenda 'odore del pesce.

Portata Portata:
Secondi piatti di Pesce (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Facile

Persone Persone:
4

Tempo Tempo:
1 h + 48 h riposo

Vino Vino:
Sauvignor sardo di fascia igt.

Ingredienti

  • 1 kg Sardine freschissime
  • 3 Pomodori maturi
  • 4 Aglio a spicchi
  • 100 g Olive nere
  • 70 g sgocciolati Capperi sott'aceto
  • 1 ciuffo Prezzemolo
  • 50 g Pangrattato
  • 2 bicchieri Aceto di vino rosso
  • q.b. Sale
  • q.b. Olio da frittura
  • 5 cucchiai Olio extravergine di oliva

Preparazione

Step 1

Nettate le sardine, che avrete scelto di taglia non troppo grossa, eliminando le interiora. Lavatele, asciugatele e impanatele nel pangrattato: friggetele in olio bollente, poche alla volta. Via via che sono dorate, sgocciolatele e depositatele su carta assorbente da cucina, salandole leggermente.

Step 2

Tritati 2 spicchi d'aglio con un bel ciuffo di prezzemolo, fate appassire il trito in un'altra padella con 4-5 cucchiai d'olio: unite la polpa dei pomodori lavati, privati dei semi e schiacciati con la forchetta.

Step 3

Fate insaporire la polpa di pomodoro sinché è tenera, indi versate 2 bicchieri d'aceto: fate ritirare a fiamma tenue per 5 minuti, poi unite 50 grammi di capperi finemente tritati con 80 g d'olive private del nocciolo, rimescolando.

Step 4

Sul fondo d'una bacinella formate uno strato di sardine sulle quali verserete un po' d'intingolo caldo. Fatto un altro strato, ripetete l'operazione sino a esaurimento, unendo i rimanenti spicchi d'aglio schiacciati e guarnendo con capperi e olive residui interi. Lasciate riposare un paio di giorni prima di gustare per antipasto.

Contenuti sponsorizzati

Commenti

Iscriviti alla newsletter!