Malloreddus con le patate

I malloreddus con le patate si preparano unendo farina di semola e bianca a fontana sopra una spianatoia nel cui centro verseremo acqua e zafferano sciolto per unire sale e mescolare accuratamente realizzando, con l'apposito strumento, i malloreddus. 
 

Portata Portata:
Pasta ripiena (Vedi altre Ricette)

Cucina regionale Cucina regionale:
Sardegna (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Media

Persone Persone:
4

Tempo Tempo:
55 minuti 40 minuti di cottura

Ingredienti

  • 750 g Semola fine
  • 150 g Farina bianca
  • q.b. Zafferano
  • q.b. Sale
  • 400 g Patate
  • 200 g Cipolle
  • q.b. Pecorino grattugiato
  • q.b. Olio extravergine
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe

Preparazione

Step 1

Unite la farina di semola alla farina bianca e sistematele a fontana sopra una spianatoia, nel centro versate 1 tazza e 1/2 d'acqua tiepida con qualche presa di zafferano sciolto precedentemente.

Step 2

Aggiungete un pizzico di sale e amalgamate tutto con cura. Quando la pasta risulterà omogenea, formate dei piccoli cilindri che dividerete in tocchetti di un paio di centimetri; passate i malloreddus sull'apposito strumento oppure sul retro della grattugia, per rigarli esternarnente.

Step 3

Sbucciate le patate e tagliatele a cubettini, affettate le cipolle. Portate a bollore una pentola di acqua salata e ponete a cuocere le patate; dopo circa 15 minuti versate la pasta.

Step 4

Scolate sia la pasta sia le patate al dente e passate tutto in un tegame nel quale, nel frattempo, avrete fatto rosolare le cipolle finemente affettate con alcuni cucchiai di olio. Spadellate per qualche istante su fiamma moderata, condendo con pecorino e una macinata di pepe; quindi servite.

Consigli

Lasciate asciugare i malloreddus per un paio di giorni prima di consumarli, in quanto in questo modo rendono al meglio il sapore del piatto.

Contenuti sponsorizzati

Commenti

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno