Carteddate

Le carteddate sono un dolce tipico della Puglia generalmente preparato durante le Festività Natalizie, vengono servite con una guarnizione di zucchero a velo, cannella in polvere e con dei minuscoli confettini colorati. Ecco i passaggi per la ricetta della carteddate.

Portata Portata:
Dolci (Vedi altre Ricette)

Cucina regionale Cucina regionale:
Puglia (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Media

Persone Persone:
4

Tempo Tempo:
1h 30 m

Costo Costo:
Economico

Ingredienti

  • 500 gFarina
  • 1 bicchiereVino bianco secco
  • 150 gMiele
  • 1 pizzicoCannella in polvere
  • q.b.Zucchero a velo
  • q.b.Confettini colorati
  • 100 gOlio extravergine
  • 1 pizzicoSale

Preparazione

Step 1

Preparate un impasto con la farina, 100 grammi di olio e un bicchiere di vino bianco secco. Lavorate l'impasto per una decina di minuti sino ad ottenere una pasta senza grumi e con una certa consistenza. Coprite l'impasto con una tovaglietta e lasciatelo riposare per un'ora.

Step 2

Al termine stendete l'impasto con il matterello, ricavandone una sfoglia sottilissima, che taglierete in striscioline di circa 3/4 centimetri di larghezza per tutta la lunghezza della sfoglia. Piegate le striscioline a metà, per la lunghezza, e pizzicatele con le dita ogni 2 centimetri circa per unirle, arrotolandole a spirale.

Step 3

Friggete, quindi, in abbondante olio e quando saranno dorate e croccanti fatele sgocciolare con cura su dei fogli di carta assorbente.

Step 4

A parte fate sciogliere il miele a fiamma molto bassa senza che arrivi ad ebollizione e mescolate al miele un po' di acqua preventivamente zuccherata in modo da rendere la miscela molto fluida.

Step 5

Quando la miscela è fluida al punto giusto immergetevi un po' alla volta le carteddate, rivoltandole affinché si impregnino di miele. Tiratele fuori e disponetele su un vassoio, cospargendole con zucchero a velo, cannella in polvere e i minuscoli confettini multicolore.

Consigli

Uno dei grandi pregi delle carteddate è la capacità di mantenersi buone per alcuni giorni. Per questa ragione è uno di quei dolci che potrete preparare in anticipo e conservare per il pranzo o la cena, certi che il dolce assumerà un gusto ancora più prelibato se degustato qualche giorno dopo.

Commenti

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno