Pappardelle al cinghiale

Le pappardelle al cinghiale si preparano condendo la pasta con la polpa di cinghiale rosolata dopo essere stata nel vino rosso con sedano, carota, cipolla, aglio e grani di pepe. Scopri tutti i passaggi per cucinare le pappardelle al cinghiale.

Portata Portata:
Pasta con carne (Vedi altre Ricette)

Cucina regionale Cucina regionale:
Toscana (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Facile

Persone Persone:
4

Tempo Tempo:
15 minuti + 12 ore di riposo + 1 ora di cottura

Costo Costo:
Medio

Ingredienti

  • 500 g Pappardelle
  • 500 g Polpa di cinghiale a bocconcini
  • 1 Sedano, costa
  • 1 Carota
  • 1 Cipolla
  • 1 Aglio a spicchi
  • A piacere Bacche di Ginepro
  • q.b. Salvia
  • 1 rametto Rosmarino
  • A piacere Timo
  • 1 bicchiere Vino rosso
  • 250 g Passata di pomodoro
  • 2 cucchiai Olio extravergine
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe in grani

Preparazione

Step 1

Marinare per una notte la polpa di cinghiale nel vino rosso, aggiungendo tutti gli odori (sedano, carota, cipolla, aglio, bacche di ginepro e grani di pepe).

Step 2

Sgocciolare dalla marinatura e far andare in pentola, senza condimenti, scolando man mano l'acqua che si forma.

Step 3

Preparare un battutino con gli odori, salvia, timo e rosmarino, quindi soffriggere il tutto con un po' d'olio.

Step 4

Aggiungere la polpa di cinghiale priva dell'acqua; sfumare con vino rosso, aggiungere qualche cucchiaio di passata di pomodoro, salare e far cuocere lentamente allungando con acqua fino a che la carne non sarà morbida.

Step 5

Cuocere le pappardelle in abbondante acqua salata bollente e scolarle al dente, poi condirle con il ragù preparato e servire in tavola.

Consigli

Fondamentale nella preparazione delle pappardelle al cinghiale la marinatura della carne di cinghiale che, oltre a smorzare il sapore di selvatico, l'arricchisce di sapori e profumi.

Contenuti sponsorizzati

Commenti

Iscriviti alla newsletter!