Questo sito contribuisce alla audience di

Crema inglese al limone

La crema inglese al limone si prepara lavorando i tuorli con lo zucchero e successivamente aggiungendo il latte e portando ad ebollizione il composto per farlo addensare. Scopri come preparare questo dolce in pochi step.

Portata Portata:
Dolci (Vedi altre Ricette)

Cucina internazionale Cucina internazionale:
Gran Bretagna (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Media

Persone Persone:
4

Tempo Tempo:
15 minuti + 1 ora 30 minuti di raffreddamento + 20 minuti di cottura

Vino Vino:
Moscato di Calliano.

Costo Costo:
Economico

Ingredienti

  • 60 gZucchero
  • 3Uova, tuorli
  • 1/4 di lLatte
  • 1 baccelloVaniglia
  • 1Limone

Preparazione

Step 1

Lavate con cura il limone. Con un coltellino togliete tre quarti della buccia (solo la parte gialla) e tenetela da parte. Grattugiate la buccia rimasta e tenetela in una ciotolina. Dividete la buccia di limone intera in due parti. Tagliatene una a striscioline sottilissime tenendo l'altra intera.

Step 2

Fate scottare le striscioline in acqua in ebollizione, scolatele e tenetele da parte. In un tegame sul fuoco versate il latte, aggiungete la vaniglia e la scorzetta di limone intera, portate quasi a ebollizione. Nel frattempo, in una terrina, lavorate i tuorli d'uovo con lo zucchero e la buccia di limone grattugiata, fino a ottenere un composto chiaro e omogeneo.

Step 3

Versate sopra, poco alla volta, il latte, passandolo attraverso un colino ed eliminando la vaniglia e la scorzetta di limone; mescolate. Versate il composto nel tegame, ponetelo di nuovo sul fuoco e portatelo lentamente quasi a ebollizione, mescolando continuamente. La crema deve avvolgere il cucchiaio con uno strato leggero e compatto.

Step 4

Togliete dal fuoco, unite le striscioline di limone e incorporatele delicatamente. Versate la crema in una salsiera attraverso un passino e lasciate raffreddare completamente prima di servire, accompagnandola con biscottini o lingue di gatto.

Consigli

La crema inglese al limone va consumata lontano dai pasti, come merenda o spuntino. È controindicata in casi di ipercolesterolemia, diabete, ipertensione, malattie epatiche, dispepsia, intolleranza al latte; in quest'ultimo caso potete sostituire il latte di vaccino con latte di soia.

Commenti

Iscriviti alla newsletter!

La ricetta del giorno