Agnello dell'oasi

L'agnello dell'oasi, variante egiziana per la cottura dell'agnello, si realizza con agnello tagliato a pezzi e rosolato nel burro caldo a cui andremo ad aggiungere mandorle, cannella, acqua di fiori d'arancio e zucchero, fatto cuocere in forno a 220° per 40 minuti prima di servire con del riso.

Portata Portata:
Secondi piatti di Carne (Vedi altre Ricette)

Cucina internazionale Cucina internazionale:
Algeria (Vedi altre Ricette)

Difficoltà Difficoltà:
Media

Persone Persone:
6

Tempo Tempo:
1 h

Vino Vino:
Vino Nobile di Montepulciano

Costo Costo:
Medio

Ingredienti

  • 800 g Spalla di agnello
  • 50 g Burro
  • 80 g Mandorle
  • 1 stecca Cannella
  • 2 cucchiai Acqua di fiori di arancio
  • 150 g Zucchero
  • 250 g Prugne secche

Preparazione

Step 1

Tagliate l'agnello a pezzi, che poi salerete e farete rapidamente rosolare da ogni parte nel burro caldo.

Step 2

Aggiungete le mandorle tritate, la stecca di cannella fatta a pezzetti, l'acqua di fiori d'arancio e lo zucchero, bagnate con due tazze d'acqua e fate cuocere a 220 gradi per circa quaranta minuti.

Step 3

Unite poi le prugne secche (ammorbidite in acqua), mescolate bene, abbassate leggermente la temperatura e continuate la cottura per altri quindici minuti circa.

Step 4

Servite con riso e con un vino rosso robusto.

Consigli

Per chi si prepara a gustare un agnello dell'oasi, così profumato, consigliamo di cominciare con un'anisetta e di accompagnarla con un'ottima entrée, un kemia: pomodori, carote, rape bianche, cipolle, ceci, fagioli, sardine, frutti di mare e spezie.

Contenuti sponsorizzati

Commenti

Iscriviti alla newsletter!